Il calciomercato è alle porte. Cosa c’è da aspettarsi dalle venti di A

ATALANTA
Gasperini ha ritrovato la quadra, dopo un inizio non facilissimo in cui c’è voluto un po’ per superare la delusione Europa League. Adesso l’Atalanta veleggia in una posizione sicura e difficilmente vedremo la dirigenza orobica svenarsi per acquistare qualche giocatore. Semmai ci sarà da sfoltire una rosa che, ora come ora, è fin troppo larga.

BOLOGNA
Inzaghi è riuscito a mangiare il panettone, ma la situazione rimane critica. Il Bologna è al terzultimo posto e se il campionato finisse adesso sarebbe retrocessa. La squadra necessita di rinforzi, soprattutto in difesa e a centrocampo, e Saputo farà necessariamente qualche acquisto. Da capire la posizione dei giocatori meno impiegati, come ad esempio Destro che potrebbe finire in uno scambio.

CAGLIARI
L’infortunio di Castro rende necessaria la sua sostituzione. Carli ha in mente diversi profili, anche perché Maran ha scelto il 4-3-1-2 e si andrà avanti con questo modulo. Il prediletto rimane Birsa, pupillo del tecnico che lo ha avuto proprio al Chievo.

CHIEVOVERONA
Per tentare la grande impresa servirebbero tanti rinforzi. La difesa non si è dimostrata all’altezza e questo lo testimoniano i numeri. A sinistra gioca un centrale adattato (Barba) e non c’è un vero e proprio ricambio per i titolari. L’attacco si poggia ultimamente sull’intramontabile Pellissier, ma non basta. Stepinski ha molto mercato e potrebbe essere sacrificato.

EMPOLI
Anche l’Empoli sarà una delle protagoniste del calciomercato invernale. Lo ha rimarcato lo stesso Iachini, che si aspetta un acquisto per reparto. Servono calciatori adatti al modo di giocare dell’allenatore marchigiano: in sostanza, un difensore centrale, un incontrista e una punta.

FIORENTINA
L’impressione è che, dopo l’acquisto di Muriel, arrivato dal Siviglia, la società penserà a sfoltire la rosa. Sul piede di partenza ci potrebbero essere Thereau, Eysseric, Drągowski, forse pure Pjaca, che hanno ricevuto offerte interessanti. Possibile qualche innesto anche in difesa, dove Pioli può contare su pochi elementi di spicco.

FROSINONE
L’impressione è che in Ciociaria si stia pensando a una mini-rivoluzione. Il mercato estivo è stato deficitario, hanno deluso soprattutto gli elementi di maggiore esperienza. Possibile quindi che la società opti per una serie di acquisti, un po’ in tutti i reparti, che possano dare linfa nuova.

GENOA
La squadra tipo sembra fatta, ma ci sono alcune situazioni da sistemare. Lapadula vuole andarsene, dopo un girone di andata in cui non ha mai giocato. Stesso discorso per Zukanović, che potrebbe lasciare la Liguria. Da monitorare eventuali scambi con altre società.

INTER
L’Inter ha sempre dimostrato grande attenzione al mercato di riparazione. Non sempre però gli acquisti fatti si sono rivelati fruttuosi. Possibile allora che si pensi in chiave futura, cercando di pianificare già la prossima stagione. Attenzione alla situazione difensiva: uno tra Ranocchia e Miranda potrebbe salutare.

JUVENTUS
La squadra dominatrice del campionato si gode il momento e non ha bisogno di ritocchi. La dirigenza bianconera penserà allora al futuro: sul taccuino ci sono alcuni parametro zero interessanti (Ramsey il più accattivante) e una possibile offerta per il gioiellino Tonali, che rimarrebbe comunque a Brescia fino al termine della stagione.

LAZIO
Il gioiello Milinković-Savić sembra essersi ripreso dopo un avvio in sordina. La truppa di Simone Inzaghi, impegnata anche in Europa League, manterrà l’ossatura vista finora, anche perché Luis Alberto e Correa danno garanzie. Al limite è possibile qualche cambiamento in difesa, dove Caceres potrebbe chiedere la cessione.

MILAN
L’arrivo di Paquetà è già stato ufficializzato, sarà lui l’acquisto con la A maiuscola. Serve però un regista (piace Sensi del Sassuolo) ma anche una punta, da affiancare a Cutrone e Higuaín in casa di necessità. Perso Muriel, potrebbe essere Gabbiadini il nome nuovo. Da non escludere la cessione di un pezzo pregiato per questioni di Fair Play finanziario.

NAPOLI
Per Ancelotti la questione mercato non è di primissimo piano. Con i recuperi di Verdi e Ghoulam il tecnico di Reggiolo può guardare con ottimismo al resto del campionato. Probabile invece un acquisto in chiave futura: piace Almendra, centrocampista del Boca.

PARMA
La squadra emiliana è una delle sorprese più liete di questo campionato. La salvezza sembra a portata di mano e in genere, in questi casi, non si mette mano a una macchina vincente. Possibile però che la società decida di fare un paio di acquisti per rinforzarsi ulteriormente.

ROMA
Rosa da sfoltire di qualche elemento che non sta giocando con continuità. Ma Monchi non ha nascosto la volontà di fare qualche acquisto. Vengono monitorati diversi giocatori, soprattutto nel mercato estero. Under è molto richiesto ma non si dovrebbe muovere, a meno di offerte irrinunciabili.

SAMPDORIA
Giampaolo si gode la buona stella della sua Samp, che è in piena lotta per un posto in Europa. Quagliarella rimarrà, meno sicura invece la permanenza di uno tra Kownacki e Defrel. Può darsi che la società non operi nessun acquisto, vista la solidità della rosa a disposizione del tecnico ex Empoli.

SASSUOLO
De Zerbi ha soddisfatto la piazza e ha ricevuto i complimenti per il suo gioco. In difesa piace Caceres, in uscita dalla Lazio, ma la concorrenza è folta. In subbuglio l’attacco: da piazzare Scamacca, di ritorno dall’Olanda, mentre Matri potrebbe decidere di trovare fortuna altrove.

SPAL
Si parla di un probabile arrivo di Viviano, scaricato dallo Sporting Lisbona. Dovrebbe partite Viviani, chiuso dalla presenza di Schiattarella e Valdifiori. In attacco la SPAL potrebbe tentare l’assalto a un giovane in rampa di lancio (Stepinski?) rinunciando a Paloschi.

TORINO
Sulla lista di Petrachi le prime cose da fare sono i riscatti di Aina e Djidji, due giocatori su cui Mazzarri ha dimostrato di voler puntare fortemente. A meno di clamorose offerte non si muoveranno né Iago Falque né Baselli, due tra i più richiesti. Soriano, invece, è sul piede di partenza.

UDINESE
L’Udinese è in piena bagarre salvezza ma ha una rosa tutto sommato soddisfacente. Lasagna, De Paul e Pussetto saranno i punti fermi in attacco, mentre qualcosa potrebbe smuoversi tra centrocampo e difesa.

Condividi
Empolese e orgoglioso di esserlo, ha cominciato ad amare il calcio incantato dal mito di Van Basten. Amante dei viaggi, giocatore ed ex insegnante di tennis, attualmente collabora con pianetaempoli.it.