Week Leaks #14 – botta e risposta City-Liverpool. Il Tottenham affonda il Chelsea, si stacca lo United

L’analisi della 13/a giornata in Premier League con le Considerazioni del Weekend:

  • I campioni continuano a macinare gol e avversari. Sosta per le Nazionali archiviata, il City torna in campo a Londra contro il West Ham e cala il poker. Tutti gol abbastanza simili e cioè con gli esterni pronti a scappare sul fondo e palla al centro solo da appoggiare in rete. Silva, Sterling e doppio Sane che nell’occasione del gol del 3-0 ha messo a sedere difensore, portiere, cameraman, tifosi ecc ecc…
  • Salah, Firmino e… il piedino fatato di Alexander Arnold. Pennellata su punizione per il laterale di Jurgen Klopp e Vicarage Road conquistato senza problemi. Il Liverpool mantiene la scia del City. Entrambe hanno solo 5 reti al passivo ma sono ben 14 le reti all’attivo di differenza tra le due formazioni. Un dato non da sottovalutare per il futuro…
  • A -5 dalla vetta c’è il Tottenham che davanti ai suoi tifosi travolge il Chelsea di Maurizio Sarri al primo ko stagionale. Vittoria netta per gli Spurs, Blues mai in partita e colpiti a fondo da Alli, Kane e Son. Favoloso terzo gol per Heung Min Son che sale sul motorino, semina di fatto il panico nella retroguardia del Chelsea ed entra di fatto in porta col pallone. Per Kane è il 25/o gol in carriera nei London derbies, per Dele Alli siamo a quota 6 centri contro il Chelsea… insomma un pomeriggio da incubo per Sarri…
  • Vitality Stadium è un vero e proprio fortino ma l’Arsenal, dopo tre pari di fila, si risolleva e passa sul campo della sorpresa Bournemouth. L’autorete di Lerma e la solita firma di Aubameyang fanno volare i Gunners a -1 dal Chelsea in quarto. Gli uomini di Unai Emery ci sono, sono lì, e sarà una corsa entusiasmante fino alla fine…
  • Con il pari interno, deludente e assolutamente noioso, contro il Crystal Palace, lo United di José Mourinho comincia a perdere quota in classifica. Sono già sei i punti di distacco dal quinto posto, 7 dal quarto. Quello che preoccupa, però, è l’assoluta mancanza di cattiveria sotto porta. Non è possibile che se si ferma Martial, weekend a secco, tra Lukaku, Sanchez, Rashoford e mettiamoci anche Mata, si resta a bocca asciutta. Non è possibile che con quel potenziale lo United non sia lì a lottare almeno per il terzo quarto posto…
  • E intanto, piano piano, l’Everton di Marco Silva si affaccia nella zona calda della graduatoria. I Toffees, grazie al tap-in di Sigurdsson, scavalcano il Manchester United e restano a 5 lunghezze dall’Arsenal quinto. La rincorsa alle prime cinque passa però da Anfield: eh già, settimana prossima c’è il Merseyside Derby, Liverpool-Everton da urlo…
  • Bentornato mister Claudio Ranieri. Esordio ok per il tecnico del miracolo Leicester sulla panchina del Fulham. Mitrovic e Schurrle castigano il Southampton agganciando a quota 8 punti il treno salvezza. I Cottagers non sono affatto spacciati, anzi…
  • La sorpresa della domenica arriva dal Molineux. Il Wolverhampton stecca la gara interna e l’Huddersfield centra tre punti pesantissimi in ottica salvezza. A guidare i Terriers al successo la doppietta di una delle rivelazioni dell’anno scorso, l’australiano Aaron Mooy…
Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA.