RSL svizzera 11/a: rallenta lo Young Boys, ma ride solo il Thun

Reti ed emozioni, come sempre, nella Raiffeisen Super League svizzera che, con il nuovo mezzo passo falso dello Young Boys (pareggio al Letzigrund contro lo Zurigo nell’anticipo del sabato), ritrova interesse anche per la vetta. Ma andiamo a vedere come sono andate le cose, sui campi del massimo campionato svizzero di calcio.

Partenza da incubo, per i campioni in carica a Zurigo, sotto di due reti dopo soli 10′: al gol di Odey (contropiede dopo una palla persa, in maniera rocambolesca, a centrocampo), ha subito replicato Kololli (su rigore, per fallo di Mbabu sull’attaccante ex Losanna) nei primi 10′ della partita. La partita, per lo Young Boys, si è fatta ancora più difficile a causa dell’infortunio subito, al 17′, dal portiere van Bollmoos.

Nella ripresa, però, la difesa dello Zurigo (che aveva già sbandato pericolosamente nella prima frazione, con un retropassaggio suicida di Odey, grazie al quale Hoarau aveva sfiorato la rete, colpendo il palo) ha dimostrato di avere perso smalto. Il francese della Réunion, al 55′, ha accorciato le distanze su rigore, prima che ancora i padroni di casa si riportassero nuovamente avanti di due gol, dopo 3′, grazie a un altro tiro dal dischetto (fallo su Mascherano) trasformato da Rodríguez. I campioni in carica, tuttavia, hanno trovato la forza per raddrizzare l’incongtro, grazie anche a una difesa tigurina apparsa in serata negativa: di Ngamaleu (64′) e Hoarau (69′) le reti giallonere.

In silenzio, e con grande pragmatismo e cinismo, il Thun continua a macinare punti. A cadere, questa volta, sotto i colpi di Tosetti e compagni e stato il Lucerna, superato alla swissporarena 0-2. Ad andare in gol, nella ripresa, Sorgić al 63′ (riprendendo una respinta corta di Zibung su precedente tiro di Kablan e, in pieno recupero, Salanović, dopo una passeggiata nei sedici metri tra i difensori biancoblù, conclusa con un sinistro a giro sul palo lontano. In mezzo, tanto Lucerna, tanto Faivre (autore, tra i pali biancorossi, di un paio d’interventi decisivi) ma, soprattutto, un Thun solidissimo, rapido e letale come un cobra.

La domenica, a parte la vittoria del Lugano, che vi abbiamo raccontato ieri dallo stadio, è stata caratterizzata da due pareggi, importanti soprattutto per la coda della graduatoria. Sion e Grasshopper hanno chiuso a reti inviolate la loro sfida, mentre lo Xamax ha costretto il Basilea al pareggio casalingo. I renani erano passati in vantaggio per primi, al 40′, grazie ad Ajeti, bravo a infilare di testa il pallone nell’angolino alla destra del portiere. I rossoneri (in maglia gialla) hanno però trovato il pareggio nella ripresa (52′) con l’ex Young Boys Nuzzolo, abile a insaccare un cross di Kamber deviato da Frei.

RSL svizzera – Risultati 11/a giornata

Sabato 20 Ottobre

Lucerna-Thun  0-2  (0-0)     
Zurigo-Young Boys  3-3  (2-0)

Domenica 21 Ottobre

Basilea-Xamax  1-1  (1-0)
Sion-Grasshopper  0-0  
Lugano-San Gallo  3-1  (2-0)   

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2018/19 – 11/a giornata

Pos.SquadraDiff. retiPunti|Pos.SquadraDiff. retiPunti
1Young Boys+25286Lugano-213
2Thun+718|7Lucerna-512
3Zurigo017|8Sion-311
4Basilea-117|9Grasshopper-611
5San Gallo-514|10Xamax-1010

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.