MLS – Sarà Nashville la 24^ franchigia della lega

Non solo country, football americano e hockey su ghiaccio: d’ora in avanti Nashville sarà ricordata anche per la sua squadra di calcio. La Major League Soccer, tramite un annuncio del suo commissioner Don Garber, è infatti pronta a sbarcare fra le vie della Music City.

L’ufficialità è stata resa nota la settimana scorsa presso la Nashville’s Country Music Hall of Fame alla presenza dello stesso Garber, del sindaco della città, Megan Barry, di numerose personalità locali e di un folto gruppo di sostenitori.

Nashville (il cui nome, logo, colori sociali e data d’ingresso saranno svelati in un prossimo futuro) è la prima vincitrice nel lotto delle quattro finaliste per l’espansione della lega; Cincinnati, Detroit e Sacramento rimangono al palo, ma la sorte di una delle tre è desinata a cambiare nei primi giorni dell’anno nuovo.

La futura 24^ franchigia della MLS sarà guidata dalla Nashville Soccer Holdings LLC, un gruppo di investitori capeggiato dal magnate dell’editoria e dei trasporti navali John R. Ingram. Nel consiglio di amministrazione sederanno anche Mark, Zygi e Leonard Wilf (proprietari dei Minnesota Vikings di NFL) e la famiglia Turner.

Foto: Twitter @tdnewcomb

“Nashville è una città in continua crescita e il costante progresso l’ha portata ad essere una delle comunità più floride e dinamiche d’America ha detto Garber. “Ingram, i soci e i tifosi hanno portato avanti un progetto valido e dalle basi solide; il nuovo stadio sarà la ciliegina sulla torta di un lavoro egregio sotto tutti i punti di vista”.

Il consiglio comunale ha già approvato mesi fa il progetto da 275 milioni di dollari per la costruzione dell’impianto di gioco. Lo stadio (la cui capienza arriverà a 27500 posti a sedere) sarà eretto nel quartiere di Wedgewood-Houston, nel bel mezzo della mecca dell’intrattenimento cittadino, il Nashville Fairgrounds, casa della fiera statale del Tennessee e dell’ovale da speedway.

Al momento della candidatura sono stati molti gli scettici in merito alle potenzialità “calcistiche” di Nashville. La città ha però prontamente dimostrato il contrario: a luglio sono stati più di 47000 gli spettatori che hanno assistito al match di Gold Cup giocato al Nissan Stadium fra USA e Panama. Non bastasse, nello stesso mese l’amichevole fra Manchester City e Tottenham ha registrato oltre 56000 presenze.

In attesa del nuovo stadio e di sapere l’anno esatto di ingresso in MLS (presumibilmente il 2020), a partire dalla prossima stagione Nashville giocherà presso il Tennessee First Park nella United Soccer League, terzo gradino della piramide calcistica statunitense, con il nome di Nashville Soccer Club.

Condividi
Friulano, classe 1987, è dai tempi della presidenza Lincoln che segue gli sport americani. Autodidatta di storia a stelle e strisce, ama il football, l'hockey, i film western, il bourbon e la musica country.