Doppio “Jack” per Gattuso, buona la sua prima a San Siro: Bologna piegato 2-1

Dopo il clamoroso pareggio di Benevento e la deludente sconfitta contro il Rijeka, Gattuso trova la prima vittoria sulla panchina rossonera al suo esordio a San Siro contro un Bologna che conferma la sua buona forma: sotto la prima neve milanese, decide una doppietta di Bonaventura, inutile il momentaneo pareggio dell’ex di turno Verdi. Il Milan torna a vedere l’Europa, salendo nuovamente al settimo posto; ma i rossoblù di Donadoni escono comunque a testa alta.

E’ la notte del ritorno a San Siro di Gattuso, seppur in versione di allenatore, ma è soprattutto la partita in cui il Milan viene chiamato a trovare un necessario riscatto dopo una settimana da incubo. Per provare a invertire la rotta, il tecnico calabrese passa alla difesa a quattro, ma è soprattutto dal punto di vista mentale che i rossoneri sembrano mostrare sin da subito un approccio ben diverso: sono i padroni di casa, infatti, a controllare il gioco nei primi minuti di gara, cercando di scardinare con giocate veloci un Bologna arroccato in difesa. E al 10′ gli sforzi rossoneri vengono già premiati: bella sponda di testa in girata di Kalinić per Bonaventura che, dai limiti dell’area, si inserisce con i tempi giusti e piazza con precisione il pallone in rete, facendo già festeggiare il pubblico rossonero. Ma è soltanto un’illusione. Inizialmente, il Milan sembra volare sulle ali dell’entusiasmo, ma con il passare dei minuti i rossoblù cominciano ad alzare pericolosamente il proprio baricentro e, dopo aver sfiorato il pari con Destro (decisivo l’intervento in scivolata di Montolivo con l’ex Roma a tu per tu con Donnarumma), al 23′ trovano l’improvviso pareggio con un gran gol di Verdi: proprio l’ex rossonero viene servito da Destro dalla sinistra e, in area di rigore, riesce prima a controllare e poi a calciare al volo con il sinistro, mettendo il pallone all’incrocio dei pali. Uno scherzo del destino servito proprio al club che lo scartò quando era giovane. E gli effetti di questa rete sono assai evidenti: fatta eccezione per un tiro di Kessié bloccato sul primo palo da Mirante e una girata di testa di Bonucci poco sopra la traversa, il Milan fatica a trovare la fluidità di gioco dei primi minuti, finendo per creare pochi pericoli a un Bologna che fino al duplice fischio di Guida riesce a conservare con coraggio il prezioso risultato.

I ritmi della ripresa restano in linea con quelli della fine del primo tempo: il Milan si dimostra troppo macchinoso nella manovra e non sempre lucido, con gli ospiti che riescono a difendere con un certo ordine per poi ripartire con alcuni strappi offensivi che creano qualche affanno alla retroguardia avversaria. Con il passare dei minuti cresce l’incitamento di San Siro, ma i rossoneri sembrano attaccare più di rabbia che con un gioco preciso, ma all’improvviso è una nuova illuminazione di Bonaventura a sbloccare una gara che sembrava ormai spenta: Borini crossa dalla sinistra e l’ex giocatore dell’Atalanta è bravo ad anticipare Torosidis, infilando di testa Mirante per la seconda volta. Una rete che fa tornare a respirare il pubblico di casa, ma gli uomini di Donadoni non si fanno attendere e dopo pochi minuti sfiorano il nuovo pari con due occasioni clamorose: prima serve un buon guizzo di Donnarumma per respingere il colpo di testa sul primo palo di Taider; poi, ci prova Masina dalla lunga distanza, ma il suo tiro viene deviato da Bonaventura e carambola sulla traversa. Il Bologna prova l’ultimo sforzo, ma i padroni di casa stavolta non sbagliano:  importante ritorno alla vittoria per il Milan che festeggia i primi tre punti dell’era Gattuso e torna a vedere l’Europa.

MILAN-BOLOGNA  2-1  (1-1)

Milan (4-3-3): Donnarumma 6; Abate 5.5 (59′ Cutrone 5.5), Musacchio 6, Bonucci 6, Rodríguez 5.5; Kessié 6, Montolivo 6, Bonaventura 8; Suso 6.5, Kalinić 5.5 (68′ André Silva 5.5), Borini 6 (83′ Calabria sv). A disp.: A. Donnarumma, Guarnone; Antonelli, Gomez, Paletta, Zapata, Gabbia, Locatelli, Zanellato. All.: Gattuso 6
Bologna (4-3-3): Mirante 6; Torosidis 5.5, Gonzales 6, Helander 6, Masina 6 (83′ Petkovic sv); Donsah 6.5, Pulgar 6, Nagy 6 (64′ Taïder 6); Verdi 7, Destro 6.5, Palacio 6 (72′ Okwonkwo 6). A disp.: Da Costa, Ravaglia; Krafth, De Maio, Krejčí, Crisetig, Mbaye, Maietta, Falletti. All.: Donadoni 6
Arbitro: Guida della sez. di Torre Annunziata
Marcatori: 10′ Bonaventura (M), 23′ Verdi (B), 75′ Bonaventura (M)

Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.