Giro di Romandia 2017, 3/a tappa – Viviani, la rabbia e l’orgoglio

L’italiano Elia Viviani (Sky) ha vinto la 3/a tappa del Giro di Romandia 2017, la Payerne-Payerne di 187 chilometri. L’altro azzurro Fabio Felline (Trek-Segafredo) rimane Maglia Gialla

La tappa è stata caratterizzata nella prima parte da un’azione di 6 corridori, tra i quali il nostro Davide Martinelli (Quick-Step Floors), che è stata annullata a 35 km dal traguardo, poco prima dell’ascesa di Sassel. Nella discesa, dopo vari tentativi, ci prova Alex Dowsett. L’inglese della Movistar riesce a raggiungere un vantaggio massimo di 30 secondi, ma la sua avventura termina a 3,5 km dal traguardo. Si va verso la volata. Una volata che l’australiano Edmondson (Orica-Scott) prova ad anticipare ai 300 metri. Ma Elia Viviani non si fa sorprendere. Il veronese della Sky affianca l’australiano e lo salta ai 150 metri, imponendosi davanti a Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida) e al tedesco Michael Schwarzmann (Bora-Hansgrohe). Miglior risposta di Viviani all’esclusione dalla squadra che affronterà il Giro d’Italia non poteva esserci.

Domani è in programma la 4/a tappa del Giro di Romandia 2017, la Domdidier-Leysin di 163 chilometri con arrivo in salita.

Giro di Romandia 2017, 3/a tappa – Ordine d’arrivo
1) Elia Viviani (Sky)
2) Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida) st
3) Micheal Schwarzmann (Bora-Hansgrohe) st
4) Alexander Edmondson (Orica-Scott) st
5) Samuel Dumoulin (Ag2r – La Mondiale) st

Classifica generale
1) Fabio Felline (Trek-Segafredo)
2) Maximilian Schachmann (Quick-Step Floors) a 8″
3) Jesús Herrada Lopez (Movistar) a 8″
4) Primož Roglič (Lotto NL – Jumbo) a 9″
5) Ion Izagirre (Bahrain-Merida) a 12″