Harakiri Fiorentina, addio Europa League. Il Borussia espugna in rimonta il Franchi 2-4

La Fiorentina, alla ricerca del pass per gli ottavi di Europa League, comincia nel migliore dei modi, segnando con Kalinić e Borja Valero. Ma il mai domo Borussia M’Gladbach riesce a ribaltare l’incontro e a espugnare il Franchi. Tedeschi avanti, viola che escono dalla competizione con più di un rimpianto.

I tedeschi partono all’arrembaggio e Vestergaard fa tremare la porta viola, cogliendo il palo di testa. Ma, come all’andata, la Fiorentina sa soffrire per poi passare in vantaggio. Bernardeschi recupera palla, si invola nella metà campo avversaria e porge un assist al bacio a Kalinić, che scaraventa il diagonale in rete. La reazione del Borussia è timida e la Fiorentina ne approfitta: al 28′ un clamoroso liscio di Vestergaard invola Borja Valero, che realizza facilmente il 2-0. Sotto di due reti gli ospiti si scuotono e, dopo aver sfiorato il gol con Drmić, segnano il gol della speranza con Stindl su calcio di rigore.

L’inizio della ripresa è uno shock per la Fiorentina. Dopo appena sessanta secondi il Borussia perviene al pareggio con capitan Stindl, che approfitta di un errato disimpegno della difesa viola; poi, al 55′, completa la rimonta, ancora col suo attaccante; quindi realizza la rete dell’incredibile 2-4 con il centrale difensivo Christensen. Una batosta per i viola, che adesso necessitano di due reti per passare il turno. Nemmeno Iličić riesce a riaprire la contesa, la sua punizione si stampa sulla traversa. Gli ultimi tentativi degli uomini di Sousa sono vani: la Fiorentina non sfonda, agli ottavi ci va il Borussia M’Gladbach.

FIORENTINA-BORUSSIA M’GLADBACH 2-4 (2-1)

FIORENTINA  (3-4-2-1): Tătăruşanu 5.5; Sánchez 4.5; Rodríguez 5, Astori 5; Olivera 6; Badelj 5.5 (63′ Babacar 5.5), Vecino 6, Chiesa 6; Bernardeschi (63′ Iličić 6), Borja Valero 6; Kalinić 6. A disp.: Sportiello, De Maio, Tello, Cristóforo, Tomović. All.: Paulo Sousa 5.
BORUSSIA M’GLADBACH (4-4-2): Sommer 6; Jantschke 6, Christensen 6.5, Vestergaard 5, Wendt 5.5; Herrmann 6, Kramer 6.5, Dahoud (80′ Strobl sv), Hofmann 6.5 (73′ Johnson 6); Hazard (27′ Drmić 6), Stindl 8. A disp.: Sippel, Kolodziejczak, Raffael, Hahn. All.: Hecking 7.
ARBITRO: Artur Dias (POR)
Marcatori: 15′ Kalinić (F), 28′ Borja Valero (F), 44′ rig. Stindl (B), 47′ Stindl (B), 55′ Stindl (B), 60′ Christiansen (B)
Note – Ammoniti: Vecino, Olivera (F), Kramer, Stindl (B).

Condividi
Empolese e orgoglioso di esserlo, ha cominciato ad amare il calcio incantato dal mito di Van Basten. Amante dei viaggi, giocatore ed ex insegnante di tennis, attualmente collabora con pianetaempoli.it.