UFFICIALE – Villarreal, è già addio con Pato: il brasiliano vola al Tianjin Quanjian

È cominciato ufficialmente da oggi pomeriggio un nuovo capitolo della travagliata carriera di Alexandre Pato: come annunciato dai canali ufficiali delle società, il brasiliano ha firmato in giornata a titolo definitivo con il Tianjin Quanjian di Cannavaro (la squadra che aveva cercato con insistenza nelle scorse settimane anche Kalinić, ndr), mettendo così fine dopo appena metà stagione alla propria avventura con il Villarreal. Agli spagnoli andranno ben 18 milioni di euro, più del doppio di quanto fu pagato in estate per prelevarlo dal Corinthians, mentre il ragazzo passerà dal guadagnare 2 milioni a 6 all’anno, una cifra ben più contenuta rispetto a quella ricevuta da molti altri campioni passati nel campionato cinese.

A soli 27 anni e con una carriera segnata da tanti bassi e pochi alti, l’ex Milan ha così deciso di accettare la faraonica offerta proveniente dalla Cina, diventando l’ennesimo giocatore proveniente da una squadra europea a trasferirsi in Oriente. Il Villarreal, d’altro canto, aveva già fatto capire al Papero che non ci sarebbe stato più spazio per lui nel progetto degli spagnoli: nonostante le 6 reti e 4 assist messi a segno in 24 presenze, le sue prestazioni sono sembrate troppo altalenanti, non all’altezza delle aspettative che avevano spinto il Sottomarino Giallo a concedergli una nuova chance per riscattarsi a grandi livelli.

Le giocate di quel talentino che incantava con la maglia dell’Internacional de Porto Alegre e che segnò subito all’esordio con la maglia del Milan sono ormai un ricordo lontanissimo: nonostante l’età, Pato sembra già un ex campione al termine della carriera, non più adeguato ai ritmi del calcio europeo, come dimostrato anche nella breve esperienza con il Chelsea dello scorso anno. La verità è però un’altra: in quasi 10 anni di carriera, il brasiliano ha vissuto di tutto, passando dalla sua crescita improvvisa e dai primi successi di rilievo come la Serie A 2010/2011 fino al declino delle ultime stagioni dovuto soprattutto ai tanti problemi fisici. Ora, il Papero è pronto per ripartire dalla Cina, alla corte di Fabio Cannavaro e assieme ad altri talenti come Jadson e Witsel.

Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.