Paralimpiadi Rio 2016 – Caironi decimo oro azzurro. Dramma nel ciclismo

La portabandiera azzurra, Martina Caironi, vince l’oro nei 100 metri femminili. Per la truppa azzurra è il decimo successo paraolimpico a Rio 2016. La giornata, però, è stata funestata dalla morte di un ciclista iraniano durante la prova di ciclismo.

CAIRONI SUPER La decima stella azzurra a Rio è Martina Caironi. La velocista bergamasca si conferma nei 100 metri categoria T42, confermando il titolo conquistato a Londra quattro anni fa. La Caironi con 14.97 (a tre decimi dal suo primato mondiale) è stata l’unica a scendere sotto i quindici secondi in finale, precedendo la tedesca Vanessa Low, che ha migliorato il suo personale in 15.17. Parla italiano anche il bronzo con il terzo posto della siciliana Graziana Monica Contraffatto, vittima nel 2012 di un attentato in Afghanistan e ora sul podio alla sua prima paraolimpiade.

MEDAGLIE ITALIANE Prima medaglia paraolimpica anche per la milanese Ariola Trimi, argento nei 50 stile libero vinti dall’australiana Watson. La notte azzurra si è arricchita inoltre con i bronzi di Alvise De Vidi nei 400 metri e di Andrea Tarlao nel ciclismo.

DRAMMA Rio 2016 purtroppo si appresta a concludersi in maniera luttuosa. Nella prova di ciclismo, la stessa che ha consegnato il bronzo a Tarlao, l’iraniano Bahman Golbarnezhad è deceduto dopo un grave incidente. L’atleta asiatico ha perso il controllo della sua bici durante una discesa e nell’impatto con l’asfalto si è procurato un forte trauma cranico. Golbarnezhad è stato subito trasportato d’urgenza, ma in ambulanza è stato colto da un successivo arresto cardiaco, giungendo cadavere in ospedale.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.