Verso Rio 2016 – Niente maratona per l’etiope Kenenisa Bekele

 

C’è chi rinuncia a giochi olimpici per paura del virus Zika, chi non partecipa dopo aver litigato con il comitato olimpico del proprio paese e chi invece vorrebbe andare a vincere una medaglia, ma viene ostacolato dalla sua Federazione. Quest’ultimo caso riguarda il pluricampione etiope nel fondo Kenenisa Bekele, escluso dalla squadra che rappresenterà il paese africano nella maratona maschile. La decisione della Federazione ha deluso profondamente l’atleta, ma ha anche scatenato l’ira di un centinaio di persone, che hanno manifestato ad Addis Abeba contro questa esclusione eccellente.

Bekele è l’attuale detentore del primato mondiale nei 5000 e nei 10000. In carriera ha partecipato a tre Olimpiadi, vincendo tre ori e un argento. Dopo una lunga carriera piena di vittoria, nel 2014 ha deciso di cimentarsi nella maratona, bagnando subito il suo debutto con la vittoria a Parigi con un tempo che gli vale anche il primato della corsa. Su di lui, però, ha gravato ultimamente un infortunio al tendine d’Achille, che lo ha costretto a rivedere la sua programmazione, causando la sua esclusione da Rio.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.