Gold Cup 2015 – Quarti di finale: il riepilogo della prima giornata

Un incontenibile Clint Dempsey con una fantastica tripletta trascina gli Stati Uniti in semifinale di Gold Cup. È proprio il campione dei Seattle Sounders ad aprire le marcature dopo quattro minuti: imbucata dalla trequarti di Chandler, Dempsey è bravissimo a prendere il tempo ai centrali cubani e a battere di testa Diosvelis Guerra. Il raddoppio al quarto d’ora, con un’azione che stavolta si sviluppa sulla sinistra dell’attacco americano: traversone di Fabián Jhonson, Zardes approfitta di una dormita della difesa avversaria e di piatto fa 2-0. Il terzo centro è un capolavoro di Jóhannsson: il giocatore dell’Az Alkmaar con un delizioso tocco sotto il pallone supera il colpevole portiere cubano. C’è tempo anche per il poker nei primi 45 minuti e stavolta la gloria tocca al centrale Gonzalez, al suo primo centro in Nazionale. Il difensore del Los Angeles Galaxy anticipa il suo marcatore e di destro in scivolata da pochi passi realizza il poker statunitense. Nella ripresa, a risultato abbondantemente acquisito, c’è tempo per il Dempsey show: prima trasforma centralmente un rigore, poi su assist dell’ex romanista Bradley e con una scivolata deliziosa mette dentro il terzo gol personale e il 6-0 definitivo. Cuba non pervenuta, al secondo passivo tennistico del torneo (il primo all’esordio contro il Messico), e USA prepotentemente in semifinale.

Nell’altro quarto di finale della Gold Cup 2015, la Giamaica l’ha spuntata di misura contro una coriacea Haiti. A decidere la gara, una giocata al minuto 7 di uno dei giocatori più rappresentativi dei Reggae Boyz: Giles Barnes. L’azione del gol: Adrian Mariappa aggancia un pallone in profondità di Austin e dal lato destro dell’area di rigore mette al centro per Barnes, che anticipa Bertin e gira di destro da posizione defilata, col portiere haitiano che non fa una gran figura, visto che il pallone gli passa sotto le gambe. La reazione di Haiti, però, non si fa attendere: al 15′ Marcelin ha sul destro l’1-1, ma calcia centrale tra le braccia di Thompson. Lo stesso portiere giamaicano è bravo su Guerrier pochi minuti dopo, ma non potrebbe nulla sulla conclusione dal limite di Nazon, che scheggia il palo. Ancora Thompson, al 37′, dice no a una gran conclusione dalla distanza di Alexandre, smanacciando in corner. Nella ripresa è Placide a riscattarsi parzialmente dall’errore nell’azione del gol giamaicano: prima dice no a Dawkins, poi vola a respingere un’insidiosa punizione dal limite di Lawrence, infine, all’83’, ricorda a Barnes che non è sempre Pasqua, respingendo una conclusione dell’attaccante giamaicano da posizione defilatissima. Regge così la baracca dei ragazzi di Schäfer e nella notte tra mercoledì e giovedì (ore 0:00 italiane), al Georgia Dome di Atlanta, assisteremo a una semifinale fra Stati Uniti e Giamaica che si preannuncia a dir poco elettrizzante.

I tabellini:

USA-CUBA 6-0 (4-0)

USA (4-3-1-2): Guzan 6; Chandler 6,5 (46′ Evans 6), Gonzalez 7, Alvarado 6, Johnson 6,5 (67′ Yedlin 6); Zardes 7, Beckerman 6 (46′ Corona 6), Bedoya 6; Bradley 6,5; Jóhannsson 7,5, Dempsey 8. A disp.: Diskerud, Rimando, Beasley, Ream, Gordon, Wondolowski, Zusi, Yarbrough. CT: Klinsmann 7.
Cuba (4-2-3-1): D. Guerra 5; Vaquero 5, Diz 5, Horta 4,5, Nápoles 4,5; Luís 4,5 (70′ López 5), Clavelo 5; Pérez 4,5 (57′ Coroneaux 5), Gómez 4,5 (75′ F. Guerra sv), Corrales 5; Reyes 5. A disp.: Sanchez, Márquez, Dranguet, Cervantes. CT: González 4.
Arbitro: H. Bejarano (Costa Rica).
Marcatori: 4′, 64′ e 78′ Dempsey (U), 15′ Zardes (U), 32′ Jóhannsson (U), 45′ Gonzalez (U).
Note – Ammoniti: Nápoles e Horta (C).

HAITI-GIAMAICA 0-1 (0-1)

Haiti (4-5-1): Placide 6; Alcenat 6, Jérôme 5,5, Bertin 5,5, Jaggy 6; Guerrier 6 (71′ Millien 5,5), Marcelin 6, Alexandre 5,5 (84′ Norde sv), Lafrance 5,5, Maurice 5,5; Nazon 6 (71′ Belfort 5,5). A disp.: Constant, Goreux, Aveska, Thuriere, Elusma, Jean-Baptiste, Ceus, Jacques. CT: Collat 5,5.
Giamaica (4-4-2): Thompson 7; Mariappa 6,5, Morgan 6, Hector 6, Lawrence 6; McCleary 5,5, Austin 6,5, Grant 5,5 (54′ Laing 5,5), McAnuff 6; Dawkins 6 (87′ Humphrey sv), Barnes 7 (90’+2 Clennon sv). A disp.: Ottey, McFarlane, Holness, Miller, Phillips, Seaton, Blake. CT: Schäfer 7.
Arbitro: C. Ramos (Messico).
Marcatori: 7′ Barnes (G).
Note – Ammoniti: Mariappa (G).

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.