Campionato Primavera Femminile, l’andata delle semifinali

Domenica si sono giocate le partite di andata delle semifinali del Campionato Primavera Femminile 2014-2015: vediamo come è andata.

Nella prima semifinale il Brescia di Oro esce sconfitto dal San Marcellino di Firenze per 4 a 2 e ora dovrà dare tutto se stesso nella sfida di ritorno domenica prossima a Paratico. La squadra lombarda era partita bene centrando una traversa e poi segnando al 6’ con Serturini ma viene raggiunta subito dopo da Razzolini che risolve una mischia in area e pareggia. Il Firenze gioca meglio e al 32′ arriva il raddoppio viola con Nocchi e la terza marcatura al 40’ con Razzolini che da posizione impossibile calcia in porta trovando la traversa interna. La ripresa vede il Brescia fare la partita ed accorciare le distanze al 65’ con Mele che dai 25 metri trova una gran conclusione che s’infila nel sette senza lasciare scampo a Fedele. Il Brescia sembra poter trovare anche il pareggio ma le viola impegnano il portiere ospite Meleddu che nulla può contro il tiro da fuori di Domi al 78’: finisce 4-2 per le toscane.

FIRENZE-BRESCIA 4-2 (8’ e 40’ Razzolini, 32’ Nocchi, 78’ Domi – 6’ Serturini, 65’ Mele)

FIRENZE: Fedele, Cosi, Fusini, Esperti, Tortelli, Ferrara (34′ Gnisci), Domi, Borghesi (68′ Cinotti), Razzolini, Nocchi (86′ Bonaiutti), Vigilucci. A disposizione: Cona, Bonaiutti, Cinotti, Cosi, Gnisci, Grundmann, Pompignoli. Allenatore: Cioni

BRESCIA: Meleddu, Inverardi (84′ Sgarbi), Welbek, Ghisi, Zamarra, Contessi (45′ Guerini), Serturini, Plebani (Zanetti 24′), Piovani (73′ Cacciamali), Martani, Mele (89′ Pedemonti). A disposizione: Bettineschi, Zanetti, Milesi, Pedemonti, Guerini, Sgarbi, Cacciamali. Allenatore: Oro

Nella seconda semifinale la Res Roma vince perentoriamente al “Denza” contro il Napoli ed ipotecano la finale scudetto. Le giallorosse controllano il gioco sin dai primi minuti e sfiorano il gol con Caruso e Palombi mentre il Napoli si fa vedere con un calcio di punizione di Tagliaferri parato da Caporro. Parnolfi salva su Palombi e Caruso e viene graziata al 35’ dal palo preso di testa da Cunsolo ma nulla può al 43’ su Palombi che infila di sinistro la porta del Napoli. In avvio di ripresa arriva il raddoppio sempre con Palombi che stavolta segna di destro. Le giallorosse collezionano azioni su azioni ma riescono a triplicare solo al 74’ per rigore concesso per fallo su Di Giammarino in area e trasformato da Simonetti per il 3-0 finale.

NAPOLI-RES ROMA 0-3 (43’e 48’ Palombi, 74’ rig. Simonetti)

NAPOLI: Parnolfi, Cucciniello, Longobardo, Iavarone, Musella, Asta, Massa, Tagliaferri, Cuomo, Moraca, Vecchione. A disp.: Costagliola, Pezzella, Arcuro, Astolese, R.Esposito, Sauto, F.Esposito. All.: N.Catalano

RES ROMA: Caporro, Sclavo, Cunsolo, Greggi, Cela, Caruso, Spagnoli, Simonetti, Labate, Palombi (83′ Tumbarello), Di Giammarino. A disp.: De Stefano, Chaid, Liberati, Marziale, Pezzola, Lapenna. All.: R.Piras