Ucraina, Premier League: i verdetti della stagione 2014/2015

La stagione 2014/2015 della Premier League ha incoronato la Dynamo Kiev campione d’Ucraina per la quattordicesima volta nella sua storia, cinque anni dopo l’ultimo titolo, prima del dominio del grande Shakhtar di Lucescu. Della squadra di Rebrov stupisce il dato sulla difesa, nettamente la migliore del torneo. Un reparto solidissimo reso stagno da un grande centrale come Dragovic, aiutato da ottimi e versatili terzini come Danilo Silva e Domagoj Vida. Davanti a loro si giostrano giocatori di grande spessore, come Sydorchuk o i veloci e tecnici Lens e Belhanda, insieme ovviamente al gioiello Yarmolenko. Una squadra solida, ma offensivamente validissima, come dimostra l’esplosione di Artem Kravets (15 gol), che mai aveva avuto viducia alla Dynamo, oscurato da Mbokani e Ideye Brown. Menzione speciale per l’ormai leggendario Oleksandr Shovkovsky, ancora strenuo difensore della porta capitolina (quasi 600 presenze per lui), nonostante i 40 anni suonati.

L’attacco migliore è, senza nemmeno pensarci, quello della squadra più verde-oro di tutta Europa: lo Shakhtar Donetsk si piazza secondo in classifica, perdendo un titolo che luccicava in bacheca da ormai cinque anni consecutivi. Un Alex Teixeira stratosferico vince il titolo di capocannoniere (con Bicfalvi), oscurando il bomber ufficiale, Luiz Adriano, superato anche da un grande Gladkyi, che non ha sofferto il passaggio dal Karpaty ai campioni della Donbass. Grande stagione anche per Taras Stepanenko, indispensabile per il bilanciamento della squadra, in mezzo alla sfrenata fantasia brasiliana. Lo Dnipro si accontenta del gradino più basso del podio, ma è sicuro della partecipazione alla prossima Europa League, dopo aver mancato per un soffio la coppa contro il Siviglia. Le grandi qualità della truppa di Markevych le abbiamo viste tutti in mondovisione: una crescita sorprendente e sapientemente gestita. Appuntamento ai preliminari per due sorprese assolute: Zorya Luhansk e Vorskla Poltava, rivelazioni del campionato.

 

Campione di Ucraina 2014/15: Dynamo Kiev
Ammessa alla fase a gironi della Champions League 2015/2016: Dynamo Kiev
Ammessa ai turni preliminari della Champions League 2015/16: Shakhtar Donetsk
Ammessa alla fase a gironi dell’Europa League 2015/2016: Dnipro Dnipropetrovsk*
Ammesse ai preliminari di Europa League 2015/2016: Zorya Luhansk e Vorskla Poltava

* Lo Dnipro accede alla fase a gironi di EL poiché la finale di Coppa d’Ucraina si svolgerà tra Dynamo e Shakhtar, entrambi qualificati a competizione maggiore, quindi lo slot passa alla terza in classifica.

Retrocessa in Pershka Liga 2015/16: Illychivets Mariupol
Promossa in Premier League 2015/16: Oleksandria

Capocannoniere: Eric Bicfalvi (Volyn) e Alex Texeira (Shakhtar) – 17 reti
Partite giocate: 182
Gol totali realizzati: 485
Miglior attacco: Shakhtar Donetsk – 71 reti segnate
Miglior difesa: Dynamo Kiev – 12 reti subite
Peggior attacco: Chornomorets Odessa – 15 reti segnate
Peggior difesa: Olimpik Donetsk – 65 reti subite

Classifica finale

Dynamo Kiev 66 – Shakhtar Donetsk 56 – Dnipro Dnipropetrovsk 54 – Zorya Luhansk 45 – Vorskla Poltava 42 – Metalist Kharkiv 35 – Volyn Lutsk 34 – Metalurg Donetsk 28 – Olimpik Donetsk e Metalurg Zaporizhya 26 – Chornomorets Odessa 20 – Zakarpattia Uzhgorod 19 – Karpaty Lviv 15 (-9) – Illychivets Mariupol 14

Classifica marcatori

17 – Eric Bicfalvi (Volyn) e Alex Texeira (Shakhtar)
15 – Artem Kravets (Dynamo)
14 – Andryi Yarmolenko (Dynamo)
12 – Nikola Kalinić (Dnipro)
11 – Oleksandr Gladkyi (Shakhtar)

Condividi
Pavese classe '91, laureato in scienze politiche, per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Stregato dal calcio inglese e greco, ama la politica, l'heavy metal e il whiskey.