Sudamericano Sub-20: la Colombia spreca e l’Argentina la rimonta, 1-1 a Montevideo

-

Argentina e Colombia si spartiscono la posta in palio in questa sfida della seconda giornata dell’esagonale finale del Sudamericano Sub-20. La squadra di Restrepo avrebbe meritato di più, ma nel finale l’Albiceleste ha trovato con Compagnucci il pareggio d’orgoglio e sale così a quattro punti; colombiani invece a quota due.

La Colombia parte bene dimostrando di voler portare a casa i primi tre punti di questo esagonale finale dopo lo 0-0 della prima partita contro il Paraguay: la prima occasione è per Otero, il cui tiro viene però parato brillantemente da Batalla. La risposta dell’Argentina non si fa attendere e arriva quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il colpo di testa di Tomás Martínez viene salvato sulla linea di porta da un difensore colombiano. Si va al riposo a reti inviolate, ma con una Colombia che è stata superiore in questa prima frazione di gara.

La ripresa si apre ancora con la squadra di Restrepo a fare la partita e al 49′ arriva l’episodio che dà la svolta all’incontro: Rolón sgambetta in area Lucumí e l’arbitro concede il calcio di rigore ai Cafeteros, ma sbaglia credendo che il fallo sia stato commesso da Martínez e ammonisce il centrocampista del River Plate che diffidato dovrà così saltare la sfida contro il Brasile. Dal dischetto Barrera è freddissimo e spiazza Batalla per il vantaggio colombiano. Come contro il Paraguay, l’Argentina dimostra di reagire male allo svantaggio e si butta in avanti con attacchi confusi e che non creano pericoli alla difesa avversaria. Al 57′ Batalla si supera con un miracolo su Borré e poco dopo si ripete sul tiro dalla distanza di Barrera, oggi migliore in campo. Tello e Lucumí viaggiano sulle fasce, ma la Colombia non raddoppia divorandosi diversi gol contro una squadra che ormai non difendeva quasi più e viene punita all’88’. Il nuovo entrato Espinoza mette in area un traversone che non viene toccato da nessuno; il pallone arriva sul secondo palo a Compagnucci , che di ginocchio realizza un ormai insperato gol del pareggio che permette alla squadra di Grondona di restare in testa all’esagonale finale con quattro punti come il Brasile.

ARGENTINA-COLOMBIA 1-1 (0-0)

Argentina (4-4-2): Batalla; Monteseirín, Mammana, Cardozo; L. Rolón; Tripichio, Compagnucci, Vega, Martínez; Simeone, Correa. A disp.: Devecchi, Bareiro, Rossi, Casasola, Súarez, Leszczuk, Contreras, Moreira, M. Rolón. All.: Grondona X.
Colombia (4-4-2): Montero; Angulo, Sánchez, Quintero, Castríllon; Tello, Rovira, Barrera (89′ Zapata), Lucumí; Borré (80′ Morelos), Otero (73′ Quiñones). A disp.: Chávez, Hernández, Londoño, Rodríguez, Vásquez, Díaz, Manotas, Caicedo. All.: Restrepo X.
Arbitro: Zambrano (Ecuador).
Marcatori: 50′ rig. Barrera (C), 88′ Compagnucci (A).
Note – Ammoniti: 37′ Monteseirín, 49′ Martínez, 65′ Batalla, 67′ Cardozo (A); 44′ Barrera, 58′ Lucumí, 72′ Rovira (C).

Riccardo Bozzano
Riccardo Bozzano
Nato a Genova, dove vive attualmente. Ama molti sport tra cui basket, calcio, football americano e tennis. Segue il calcio italiano, europeo e sudamericano, con una forte passione per il campionato argentino.

Che cos’è il genio? È Diego Armando Maradona e compie 60...

Diego Armando Maradona compie 60 primavere. Esattamente vent’anni e 7 giorni dopo Edson Arantes do Nascimento, in arte Pelè, che settimana scorsa ha infatti...
error: Content is protected !!