Salernitana, Somma: “A Salerno per una stagione da protagonista”

Il neotecnico della Salernitana Mario Somma si è presentato ieri pomeriggio alla stampa. Queste le sue principali dichiarazioni, rilasciate al sito internet della società granata: “Oggi mi sento la persona più felice del mondo. Ci ho messo pochissimo – ha affermato Somma – ad accettare quest’incarico. L’obiettivo della Società coincideva con i miei desideri e non ci ho pensato due volte ad accettare l’offerta. Per me questo non è un punto di partenza ma un punto di arrivo. Solo chi ha vissuto la realtà di Salerno può sapere cosa significa giocare per la Salernitana e confrontarsi con una piazza così importante“.

L’ex tecnico dell’Empoli ha puntualizzato come l’unico obiettivo della Salernitana per la prossima stagione sia la vittoria del campionato. “A Salerno non puoi che disputare una stagione da assoluto protagonista – ha dichiarato Somma –. Molto dipenderà dal girone in cui saremo inseriti e solitamente anche la fortuna è una componente rilevante nell’arco di un campionato. Chi indosserà questa maglia deve sapere le responsabilità che lo attendono. Andremo alla ricerca di giocatori che abbiano la personalità di portare questa maglia, che è molto pesante. Fondamentale sarà puntare su giocatori freschi“.

Dal punto di vista tattico, il nuovo allenatore granata ha confermato come ci sarà sempre una certa coerenza. “Non sono un allenatore che cambia continuamente sistema di gioco. Se lo schema – ha sostenuto Somma – dovesse essere il 4-2-3-1 è chiaro che i trequartisti sarebbero l’anima della squadra. Al di là delle caratteristiche, chiunque può fare il trequartista, ognuno con le proprie doti tecniche. L’importante è che i mie giocatori sappiano che darò spazio a tutti, non lasciando nessuno ai margini della squadra“.

Chiusura dedicata ai tifosi. “Il calore di questo pubblico nei confronti della squadra è sempre stato unico e indiscutibile. Mi auguro – ha asserito Somma – che anche nella prossima stagione i tifosi ci staranno vicini, sperando di riuscire  a coinvolgerli con tanto entusiasmo. Ho sempre detto di essere anch’io un tifoso della Salernitana e lo confermerò sempre con grande orgoglio.

Condividi
Nato a Salerno il 3 maggio 1986, laureato in Fisica, ex arbitro di calcio FIGC. “Sportofilo” a 360° con predilezione per calcio e ciclismo, è un acceso e convinto fantacalcista.