Campionato Primavera, semifinali – Fiorentina-Chievo 8-9 dcr: clivensi da urlo, viola a casa

-

Il Chievo Verona di Moreno Longo approda alla finalissima del campionato Primavera battendo ai rigori la Fiorentina. Partita avvincente, ricca di spunti tecnici e sempre in bilico, con i toscani che nella seconda parte dalla gara si fanno raggiungere per ben due volte nonostante la superiorità numerica a proprio favore (espulso Alimi). Chievo in goal al 37′ con il contropiede concluso da Alimi, poi la reazione della Fiorentina nella ripresa: prima Madrigali spedisce in rete su corner al termine di una mischia e, successivamente Fazzi batte dagli undici metri (presunto fallo di Brunetti su Gulin) Moschin; i veneti non mollano e pervengono al pari con Yamga, che gira di prima intenzione il pallone dei supplementari.

All’alba dell’extra time Madrigali illude i gigliati, riportati sulla terra dalla tenacia e dalla forza d’animo dei gialloblù che, con l’autorete di Berardi propiziata dal crosso velenoso di Da Silva, rimandano il verdetto ai rigori. Nella lotteria degli undici metri l’errore decisivo sarà quello di Petrone. Chievo all’atto conclusivo, Fiorentina a casa. E chi l’avrebbe mai detto dopo la regular season. Mercoledi  – nell’inedita finale con il Torino – i giovani veronesi potranno coronare il primo sogno della loro vita sportiva.

FIORENTINA-CHIEVO VR 3-3 dts, 8-9dcr

Marcatori: 37′ Alimi (C), 54′ Madrigali (F), 72′ Fazzi (F) rig, 80′ Yamga (C), 93′ Madrigali (F), 108′ Berardi aut. (C)).

Finale:  Mercoledi 11 Giugno alle 21, Torino-Chievo Verona al “Romeo Neri” di Rimini. Diretta Raisport1

Luciano Savarese
Luciano Savarese
Nato a Terracina il 1° febbraio 1989. Amante di tutto ciò di sferico che rotola su un campo rettangolare. Collaboratore presso diverse testate giornalistiche, sportive e non. Studia Lettere alla Sapienza di Roma.

MondoPallone Racconta… C’era una volta l’Imperatore

    All'inizio dello scorso decennio bruciò le tappe di una carriera che si annunciava folgorante, grazie ad un fisico debordante e un sinistro micidiale. Adriano...
error: Content is protected !!