Europei Under 21: la Spagna è troppo forte per l’Olanda bis, 3-0 secco per gli iberici

-

La sfida tra Olanda e Spagna, già qualificate per le semifinali dopo le prime due gare del girone, aveva l’unico valore di decidere chi si qualificasse per prima tra le due selezioni. Mentre Lopetegui ha messo in campo un undici con alcune riserve mescolate ai titolari, Pot ha deciso di schierare una formazione completamente composta dalle riserve, apparentemente rinunciando al primo posto finale già in partenza. Alla fine è proprio così: le Furie Rosse regolano per 3-0 le seconde linee dei Tulipani che non creano praticamente alcun grattacapo a De Gea.

Sarabia Morata Spagna Under 21Il match è piuttosto sonnacchioso in avvio, con le Furie Rosse Under 21 più determinate dei coetanei olandesi ma parimenti inconcludenti in avanti per praticamente tutti i primi venti minuti. La rete che rompe gli equilibri arriva al minuto 26, con il solito Morata, abile a infilare da due passi sull’intelligente passaggio di Sarabia, che rinuncia a tirare ma serve al centravanti del Real Madrid il più semplice degli assist.  La risposta (semi casuale, per la verità) dell’Olanda arriva al 30′, quando van der Hoorn spara addosso a De Gea da nemmeno un metro, rivelando al mondo la sua natura di terzino di quantità ma non di qualità. Gol sbagliato, gol subito e la Spagna passa di nuovo: Isco taglia al centro dell’area, viene servito precisamente nello spazio e infila Bizot con un pallonetto preciso. Nell’ultimo quarto d’ora non succede nulla e le compagini vanno al riposo sul 2-0 iberico.

Hoesen Olanda Under 21Nella ripresa l’Olanda non riesce a dare una svolta positiva alla gara, gli Oranje non cercano mai di trovare davvero la rete ma si affidano solo a fiammate improvvise e personali: il gioco non è organico ed è costantemente sotto ritmo. Un segnale di vita olandese arriva al 56′, con una violenta punizione dai 25 metri di Depay che finisce sulla traversa grazie a una impercettibile deviazione di De Gea. Nove minuti più tardi è la Spagna a sfiorare il terzo gol prima con Álvaro Vázquez e poi con Illarramendi ma i Tulipani si salvano. L’ingresso in campo di Maher al posto di un irriconoscibile Vilhena migliora leggermente la manovra arancione ma non basta: i Tulipani terminano la sfida senza siglare alcuna rete nonostante il miracolo di De Gea su Maher e la traversa seguente di Hoesen al minuto 89. Passa un minuto e la Spagna sfrutta ancora la legge del gol mancato, gol subito: a calare il tris sull’Olanda ci pensa la punta del Getafe Álvaro Vázquez. Il 3-0 finale cala il sipario sulla sfida: la Spagna annichilisce le riserve olandesi e spedisce proprio gli arancioni a giocare contro l’Italia sabato.

Tabellino

SPAGNA UNDER 21: De Gea, Nacho, Iñigo Martínez, Álvaro, Carvajal, Thiago Alcántara (80′ Muniesa), Camacho (52′ Illarramendi), Sarabia, Isco (63′ Álvaro Vázquez), Morata, Muniain.
A disposizione: Joel, Mariño, Montoya, Bartra, Moreno, Koke, Rodrigo, Tello.
Allenatore: Lopetegui.

OLANDA UNDER 21: Bizot, van der Hoorn, Nuijtinck, van Aanholt, Clasie, Leerdam, Fer, Vilhena (71′ Maher), Jozefzoon, Hoesen, Depay.
A disposizione: Zoet, Marsman, van Rhijn, De Vrij,  Martins Indi, Blind, Strootman, van Ginkel, de Jong, John, Wijnaldum.
Allenatore: Pot.

Marcatori: 26′ Morata (S), 32′ Isco (S), 90′ Álvaro Vázquez (S)

NOTE – Ammoniti: 56′ Illarramendi (S), 85′ Hoesen (O), 89′ Fer (O), 90′ +2 Morata (S). Espulsi:

Giorgio Crico
Giorgio Crico
Laureato in Lettere, classe '88. Suona il basso, ascolta rock, scrive ed è innamorato dei contropiedi fulminanti, di Johan Cruyff, della Verità e dello humour inglese. Milanese DOC, fuma tantissimo.

MondoPallone Racconta… Il dribbling disperato di Garrincha

80 anni fa nasceva uno tra i più incredibili e geniali fuoriclasse di sempre: Mané Garrincha, funambolica ala destra del Brasile iridato nel 1958...
error: Content is protected !!