E’ successo in Serie A: Il Siena

tifosi sienaUN FINALE AMARO: Che non sarebbe stata una stagione facile per il Siena lo si era intuito già da agosto, partire con una penalizzazione di 6 punti (dovuta alla sentenza sul calcioscommesse) per una squadra che ha come obbiettivo la salvezza può tagliare veramente le gambe. L’addio in estate del bomber della squadra, Mattia Destro non ha inoltre facilitato il lavoro del tecnico Serse Cosmi che viene esonerato a dicembre per la carenza di risultati che porterà i toscani a chiudere il girone d’andata con solo 12 punti e l’ultimo posto in classifica. Subentra Giuseppe Iachini e l’andamento della squadra sembra migliorare, il mercato di riparazione vede l’addio di Calaiò e D’Agostino ma porta in dote l’attaccante che era mancato nella prima parte di stagione: Innocent Emeghara. Il girone di ritorno vede i bianconeri autori di una grande risalita in classifica, da febbraio ad aprile i ragazzi di Iachini inanellano una buona serie di risultati utili agganciando il 17° posto e quindi la virtuale salvezza. Il calendario non aiuta però i senesi che devono giocarsi la permanenza in serie A contro le blasonate Fiorentina, Roma, Catania, Napoli e Milan. nelle ultime 5 partite arrivano zero punti e a seguito del pareggio a reti bianche tra Genoa e Inter alla penultima giornata, il Siena retrocede aritmeticamente in Serie B. Una salvezza solamente sfiorata per la squadra del presidente Mezzaroma che ha però dimostrato di lottare fino alla fine. Ma il peggio per i tifosi della Robur potrebbe non essere ancora arrivato: le grosse difficoltà economiche e il pesante deficit di bilancio pongono un grosso punto interrogativo sulle possibilità di allestire una rosa competitiva per il prossimo campionato cadetto.

LA PARTITA PIU’ BELLA: Siena-Lazio 3-0

Per i tifosi senesi una delle gare da ricordare della stagione appena conclusa è senza dubbio Siena-Lazio: Il 18 febbraio all’ “Artemio Franchi” il Siena affronta una Lazio terza in classifica e con tutti i favori del pronostico dalla sua parte; sul campo però sono i padroni di casa a fare la partita e a giocare un calcio più propositivo, tanto da chiudere il primo tempo in vantaggio grazie alle reti di Emeghara e Rosina. Nella ripresa i capitolini provano ad affacciarsi in avanti nel tentativo di recuperare, ma la squadra di Iachini tiene bene il campo e punisce Marchetti con un contropiede magistrale di Emeghara; Il risultato finale è un secco 3-0 per i bianconeri.

 

IL MIGLIOR GIOCATORE: Innocent Emeghara

Emeghara-Siena PPIl giocatore che ha provato a cambiare la stagione del Siena è stato senza dubbio l’attaccante Innocent Emeghara, arrivato come un perfetto sconosciuto nel mercato di riparazione dal Lorient si è rivelato essere la punta di diamante della formazione senese per tutto il girone di ritorno. Il numero 10 bianconero si è fatto conoscere per una grande velocità unita a una buona forza fisica oltre a una certa fconfidenza con il gol, nel campionato italiano ha trovato anche la continuità di rendimento che lo ha portato alla convocazione nella nazionale elvetica.  Lo Svizzero d’Ebano, come è stato ribattezzato dalla tifoseria toscana, ha totalizzato un totale di 7 marcature in Serie A tra le quali si ricordano il gol all’esordio contro l’Inter, la rete decisiva per la vittoria contro il Pescara e la doppietta alla Lazio.

 

IL FLOP: Gaetano D’Agostino

Non è mai bello parlare di flop, ma se vogliamo citare un giocatore che avrebbe potuto dare molto di più alla causa senese dobbiamo purtroppo parlare di Gaetano D’Agostino. Il regista palermitano era stato riscattato in estate dalla Fiorentina per una cifra importante, nei piani della società sarebbe dovuto essere il centrocampista di esperienza che grazie alle sue doti tecniche avrebbe dovuto alzare il tasso tecnico del reparto, il campo ha dato però un altro riscontro: soltanto 8 presenze dovute ad alcuni problemi fisici  che ne hanno rallentato la preparazione  condite da altrettante prestazioni sottotono. La cessione richiesta dallo stesso giocatore a gennaio verrà accolta senza troppi rimpianti.

 

IL GOL PIÙ BELLO: Alessio Sestu in Siena-Inter 3-1

Uno dei gol più belli del Siena nell’anno appena concluso è quello realizzato contro l’Inter da Alessio Sestu: uno splendido tiro da fuori area pennella una traiettoria a palombella che si insacca sotto la traversa, lo sconsolato Handanovic non può fare altro che osservare la perla balistica del centrocampista bianconero entrare in rete.

LE PUNTATE PRECEDENTI:

Atalanta, Bologna, Cagliari, Catania, ChievoVerona, Fiorentina, Genoa, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Palermo, Parma, Pescara, Roma, Sampdoria.