Mille volte dopo

-

Chi siamo?, dove andiamo?, dove parcheggiamo? Questi i grandi interrogativi semiseri della vita. Ma noi, noi di MondoPallone, a che punto stiamo?

Il nuovo sito è appena entrato nel terzo mese di vita (giusto per ricordarlo: siamo risorti il 15 novembre 2011), ma — e questo è il motivo di questo editoriale — ha compiuto i suoi primi mille articoli. È un piccolo traguardo, ma è anche la prova che siamo presenti: abbiamo carburato, ci sono state le vacanze natalizie nel mezzo, e ora siamo qui a spegnere le prime mille candeline.

Stiamo crescendo, e non abbiamo la minima intenzione di rallentare. In 66 giorni, 1000 articoli (una media di oltre 15 al giorno, ma incluse tutte le feste e incluso oggi, quando la realtà è che quota 1000 l’abbiamo superata lunedì) e, fedeli al mio motto che «troppi cuochi non bruciano l’arrosto», stiamo crescendo anche come numero di collaboratori: sperando di non fare torto agli altri, cito gli ultimi due acquisti, Michele Pannozzo e Raffaele Amato, che già da alcuni giorni sono in squadra.

Ci tengo poi a ricordare che MondoPallone.it è un sito aperto a tutti: sia dal lato di chi desiderasse scrivere, sia di chi è disposto a leggere e commentare. Da parte nostra non ci sarà mai censura (perlomeno finché ci sarò io); l’unica raccomandazione che dobbiamo dare, però, è quella di prendersi le proprie responsabilità. Il minimo indispensabile è fornirci un indirizzo e-mail valido, e auspicabile sarebbe un nome chiaro, e non di comodo; altrimenti è sin troppo facile (nel gergo internettiano si direbbe “trollare”). Ognuno è responsabile di ciò che pensa e scrive: vale per i redattori, vale anche per i lettori.

Se prendiamo come metro di paragone il vecchio sito, stiamo facendo passi da gigante: avevamo impiegato un anno per stare regolarmente sopra i 2000 contatti quotidiani, stavolta ci siamo già. Il dato di ieri parla chiaro: abbiamo sfiorato le 2500 pagine viste, e la scorsa settimana abbiamo segnato un nuovo massimo complessivo: quasi 7000 contatti unici; e questa settimana stiamo andando ad una media persino superiore. Non siamo (né mai saremo) la Gazzetta, ma ci facciamo bastare lo spazio che ci concedete.
E visto che mi trovo, vi invito caldamente, se siete su FaceBook, a diventare fan della nostra pagina ufficiale, per essere sempre aggiornati.

Fino ad oggi abbiamo riproposto vecchie idee (come le cronache deliranti di Pironti) e nuove iniziative; e, per quella che è la mia percezione, siamo ancora soltanto all’inizio. Dateci tempo, e diamoci tempo: perché possiamo diventare ancora più affiatati, perché il meglio deve ancora venire.

Pietro Luigi Borgia
Pietro Luigi Borgia
Cofondatore e vicedirettore, editorialista, nozionista, italianista, esperantista, europeista, relativista, intimista, illuminista, neolaburista, antirazzista, salutista – e, se volete, allungate voi la lista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

MondoPallone Racconta… Djalma Santos, la muraglia verdeoro

E' scomparso ieri all'età di 84 anni Djalma Santos, leggenda della nazionale brasiliana bicampione del mondo 1958-1962. Da molti considerato il primo grande terzino...
error: Content is protected !!