Milan-Fiorentina: precedenti, statistiche e curiosità

47

Ultima giornata del campionato di Serie A e giochi quasi fatti: la vittoria della Juventus sul Milan nella finale della Tim Cup ha avuto importanti risvolti e ha portato la settima in classifica ad avere un posto nella Europa League della prossima stagione. Quindi, Milan-Fiorentina ha una certa valenza solo per gli ospiti perché potrebbero in linea teorica raggiungere il settimo posto, sempre che l’Atalanda perda, ma a patto che sbanchino San Siro con una goleada. Insomma, le chance sono davvero poche.

I PRECEDENTI – Sarà il 78° confronto tra le due compagini in terra lombarda; il bilancio è nettamente favorevole ai Rossoneri che conducono con 46 successi. 20 i pareggi, mentre sono solo 11 le vittorie dei toscani. Il Milan ha vinto gli ultimi due confronti: 2-0 nel gennaio 2016, a firma di Bacca e Boateng, e 2-1 nel febbraio 2017, Kucka e Deulefoeu in rimonta alla rete di Kalinić. L’ultimo pari (1-1, de Jong e Iličič) risale, invece, all’ottobre del 2014 e interruppe una striscia di ben tre vittorie Viola: quelle delle stagioni 2011-2012 (1-2, Jovetić e Amauri in recupero alla rete di Ibrahmović), 2012-2013 (1-3Aquilani, Borja Valero, Pazzini ed El Hamdaoui) e 2013-2014 (0-2, Vargas e Valero). Tra i precedenti che rimarranno per sempre nella memoria, come non citare quello del 1996 che sancì la vittoria del quindicesimo scudetto. Finì 3-1 con i gol di Savićević, Baggio e Simone in rimonta alla rete di Rui Costa: i toscani avevano lasciato a riposo Batistuta per tenerlo cautelato in vista della finale di Coppa Italia vinta poi in gare di andata e ritorno contro l’Atalanta.

LE STATISTICHE – Ovviamente, il Diavolo conduce anche in termini di gol (139-67). Ma tornando ai numeri di questa stagione ormai alla fine, bisogna ricordare che, nonostante tutto, il Milan ha perso solo due delle ultime diciannove gare di campionato, mentre la Fiorentina ha perso tre delle ultime dieci. Inoltre, i padroni di casa hanno subìto almeno una rete nelle ultime sei partite giocate, Coppa Italia compresa, e gli ospiti, invece, sono andati a segno in tre delle ultime cinque. Essendo, comunque, l’ultima di campionato, le statistiche potrebbero saltare.

Prediligiamo, quindi, i segni X2, Goal e Over 2.5.

Condividi
Appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.