1. HNL, 34/a giornata: pokerissimo Hajduk, il Rudeš è salvo

21

Dopo i due anticipi del derby di Zagabria e della sonora vittoria del Rijeka, la 34a giornata dell’Hrvatska Nogometna Liga è proseguita nelle giornate di mercoledì e giovedì, regalando nuovi verdetti soprattutto in chiave Europa e in basso alla classifica.

Tutto facile per l’Hajduk Spalato, che travolge con un sonoro 5-1 l’Istra penultimo in classifica: tanti gol molto belli per i biancorossi, che aprono le marcature con la splendida pennellata da punizione di Gyurcsó e con il tocco sottoporta di Tudor. Gli istriani, sofferenti per buona parte della gara, ma capaci di creare almeno 3-4 grandi pericoli alla difesa ospite, riescono a riaprire la gara con Roce, ma nel tentativo di trovare il pareggio vengono fulminati due volte in contropiede: nel primo tempo da Said e nel finale dal bomber ritrovato Futács. Con la gara ormai indirizzata verso la vittoria degli uomini di Kopić, si è unito alla festa anche il giovanissimo classe 2000 Michele Sego, autore di una splendida volée che lascia senza scampo Ćorić.

Senza troppe sorprese, invece, l’Osijek chiude il discorso qualificazione ai preliminari della prossima Europa League vincendo 3-1 contro il fanalino di coda Cibalia: i padroni di casa risolvono la gara nel primo tempo con il tocco da pochi passi di Marić, il rigore di Hajradinović e il sinistro secco di Bockaj, inutile la rete di Barišić nella ripresa. È matematica, inoltre, la salvezza del neo promosso Rudeš, autore di una strepitosa cavalcata finale (10 punti nelle ultime 4 gare) che festeggia la permanenza nella massima serie croata vincendo 2-0 contro lo Slaven Belupo: gli uomini di Aira vanno a segno nella ripresa prima con Kamenar e poi con Segado, volando così a più 10 dall’Istra penultimo e regalando ai propri tifosi una salvezza che sembrava impossibile solo qualche mese fa. Nei bassifondi del campionato, dunque, resta ormai soltanto da decidere chi tra gli istriani e il Cibalia retrocederà direttamente e chi potrà ancora sperare di rimanere a galla attraverso il jolly del play-out (per il momento, contro il Varazdin terzo in 2.HNL).

 

RISULTATI

Martedì 08/05

Lokomotiva Zagabria-Dinamo Zagabria  3-1  4′ Radonjić (L), 13′ Krstanović (L), 67′ Rig. Soudani (D), 90’+4′ Sunjić   
Rijeka-Inter Zaprešić  5-1  2′ Gorgon (R), 39′ Acosty (R), 60′ Puljić (R), 73′ Zuta (R), 78′ Kvrzić (R), 89′ Prenga (I)

Mercoledì 09/05

Istra 1961-Hajduk Spalato  1-5  5′ Gyurcsó (H), 13′ Tudor (H), 27′ Roce (I), 36′ Said (H), 86′ Futács (H), 89′ Sego (H)
Osijek-Cibalia  3-1  9′ Marić (O), 19′ Rig. Hajradinović (O), 40′ Bockaj (O), 64′ Barišić (C)

Giovedì 10/05

Rudeš-Slaven Belupo  2-0  57′ Kamenar, 79′ Segado

CLASSIFICA
Pos.SquadraDiff. retiPunti|Pos.SquadraDiff. retiPunti
1Dinamo Zagabria+3570|6Inter Zaprešić-1843
2Rijeka+4166|7Slaven Belupo-1237
3Hajduk Spalato+3465|8Rudeš-2236
4Osijek+1655|9Istra 1961-3126
5Lokomotiva Zagabria-345|10Cibalia-3825

Legenda: Vincitrice 1. HNL e qualificata ai preliminari di CLqualificate ai preliminari di EL, play-outretrocessa in 2. HNL

  • * Una gara in più
Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.