Il Siviglia prova l’impresa, ma non basta: il Bayern Monaco vince 2-1 al Sánchez-Pizjuán

232

Il Bayern Monaco vince 2-1 al Sánchez-Pizjuán contro il Siviglia e mette un piede in semifinale di Champions League: decidono l’autorete di Navas e il colpo di testa di Thiago Álcantara, non basta il momentaneo vantaggio firmato Correa. Buona prestazione da parte degli uomini di Montella, che hanno saputo mettere in difficoltà i ben più quotati bavaresi, ma alla fine hanno avuto a meglio l’esperienza e la praticità dei tedeschi. 

Lo schema della partita è chiaro sin dai primi minuti: il Bayern Monaco prova a mettere in mostra il suo calcio totale, controllando il pallino del gioco e affidandosi a lunghe fasi di possesso palla, mentre il Siviglia rimane basso per coprirsi e poi ripartire con contropiedi veloci. La tattica di Montella, però, si rivela anche in un primo momento azzeccata e, dopo 20′ di dominio tedesco generalmente infruttuoso, sono gli andalusi a sprecare la migliore occasione per il vantaggio: sugli sviluppi di un cross di Escudero, Sarabia si ritrova a dover calciare un rigore in movimento a pochi passi da Ulreich, ma l’ex Getafe non riesce a inquadrare la porta e mette a lato. Un errore a cui lo spagnolo, però, rimedia poco dopo, trovando il clamoroso gol dell’1-0 per i suoi: su un altro traversone di Escudero, Sarabia anticipa Bernat e fulmina Ulreich, facendo esplodere il Sánchez-Pizjuán. Per Heynckes e i suoi sembra piovere sul bagnato, perché pochi minuti dopo deve anche uscire Vidal per infortunio, ma al 39′ arriva l’occasione che riequilibra nuovamente l’incontro: James Rodríguez, appena entrato, serve Ribéry sulla sinistra e il francese fa partire un cross tagliato in area, ma Jesus Navas lo devia in maniera decisiva e fa finire il pallone in rete, spiazzando Soria. Un episodio favorevole che salva il primo tempo dei rivedibili bavaresi e fa tornare negli spogliatoi il Siviglia con tanto amaro in bocca.

La storia della gara non sembra cambiare nemmeno nella ripresa, con il Bayern Monaco che continua a controllare il possesso palla cercando di schiacciare il Siviglia sempre di più nella propria metà campo, ma fatto salvo per due salvataggi in extremis di Kjaer su Ribéry e di Javi Martínez in piena area e la buona parata di Soria sul tiro del difensore basco, i ritmi restano comunque bassi. Finché, al 68′, un nuovo episodio favorevole permette ai bavaresi di completare la rimonta: il cross di controlbalzo di Ribéry trova in maniera fantastica la testa di Thiago Alcantara, che schiaccia il pallone verso la porta, ma viene aiutato dalla deviazione di Escudero che mette fuori causa Soria. Montella e i suoi provano a venire fuori nel finale, alla ricerca del disperato pareggio: ci prova soprattutto N’Zonzi, ma la sua botta dalla distanza termina di poco a lato. Il coraggio e il cuore degli andalusi, però, non bastano per scardinare la rocciosa difesa ospite, che difende il risultato fino al triplice fischio di Orsato: importante vittoria per gli uomini di Heynckes che mettono così un piede in semifinale, esce comunque tra gli applausi la squadra di Montella per aver messo paura a un Bayern sulla carta decisamente avvantaggiato.

 

SIVIGLIA-BAYERN MONACO  1-2  (1-1)

Siviglia (4-2-3-1): Soria; Navas, Kjær, Lenglet, Escudero; N’Zonzi, Pizarro; Sarabia, Vázquez, Correa (78′ Sandro), Ben Yedder. A disp.: Rico, Pareja, Arana, Geis, Muriel, Nolito. All.: Montella.
Bayern Monaco (4-3-3): Ulreich; Kimmich, Boateng, Hummels, Bernat; Vidal (35′ James Rodríguez), Martínez, Thiago Alcántara; Müller, Lewandowski, Ribéry (79′ Robben). A disp.: Starke, Süle, Rudy, Rafinha, Wagner. All.: Heynckes.
Arbitro: Daniele Orsato (Italia).
Marcatori: 31′ Sarabia (S), 39′ Aut. Navas (B), 68′ Thiago Alcantara (B)
Note-Ammoniti: Correa, Pizarro (S); Ribéry, Bernat, Müller (B)

Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.