Allsvenskan 1/a: buona la prima per Göteborg, Djurgården, AIK e Malmö

Partenza, nel fine settimana di Pasqua, per l’Allsvenskan 2018 che ha regalato, come sempre, gol ed emozioni agli appassionati. Ma andiamo a vedere, senza indugio, come sono andate le cose, sui campi del massimo campionato svedese di calcio.

Negli anticipi di ieri, partenza lanciata per il Djurgården di Melkemichel, sul difficile campo dell’Östersunds: a decidere, una rete di Danielsson al 13′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Buona partita per gli Järnkaminerna, vicini al raddoppio in un paio d’occasioni, e bravi poi a difendersi quando i rossoneri hanno iniziato a premere, a caccia del pareggio: insomma, una bella prova di maturità. Polemiche, a fine partita, tra un giornalista della radio e il portiere del Djurgården Isaksson, al quale è stata rivolta una domanda sul possibile ritorno di Ibrahimović in nazionale, che ha provocato la fine dell’intervista medesima, e per le intemperanze di alcuni sostenitori della squadra ospite.

L’Hammarby, in casa, ha avuto facilmente ragione del Sirius: sugli scudi Hamad (autore di una tripletta, con due reti su calcio di rigore), mentre i nerazzurri hanno finito in dieci, per l’espulsione di Sirelius al 49′. Buona la prima anche per l’Häcken di Alm, che ha superato il Kalmar, con una rete di El Kabir, su rigore, al 74′.

Vittoria netta, sul campo della neopromossa Trelleborgs, per il Göteborg (che, in settimana, ha festeggiato il ritorno dell’attaccante Gustav Engvall). La neopromossa ha pagato pegno all’inesperienza (clamoroso l’errore del portiere Johansson sul primo gol di Omarsson, al 23′). Prima della fine del tempo, i padroni di casa hanno raddrizzato l’incontro con una rete dell’esperto Jovanović, con la complicità della retroguardia Blåvitt. Nella ripresa, ci hanno pensato ancora Omarsson (al 49′) e Sakor (72′, con un gran tiro dal limite) a riportarte l’incontro su binari favorevoli ai biancoblù.

Nelle partite di oggi, le neopromosse hanno dovuto cedere il passo: rispettivamente, il Dalkurd dell’ex Lugano Marzouk in casa dell’AIK (di Lundstrom e Salatros le reti degli Gnaget), e il Brommapojkarna all’Östgötaporten, stadio di casa del Norrköping. Al gol del vantaggio dei Peking, messo a segno da Karlsson al 41′, aveva risposto per gli stoccolmesi Rauschenberg al 57′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Decisiva, al 77′, la trasformazione di un calcio di rigore (concesso per un fallo di Soderstrom sull’islandese Sigurðsson), a opera di Holmberg.

Nei due incontri iniziati alle 17.30, che hanno chiuso il primo turno, vittoria in trasferta del Malmö sul campo dell’Elfsborg, maturata nella prima frazione grazie ai gol di Svanberg (2′, con un gran tiro dalla distanza) e Traustason (24′, con un colpo da distanza ravvicinata e con la retroguardia avversaria ferma a guardare), col momentaneo pareggio di Prodell al 17′, con un colpo di testa su traversone di Lundevall. Pareggio noioso e senza reti, infine, tra Sundsvall e Örebro.

Allsvenskan 2018 1/a giornata – risultati

Domenica 1 aprile

Hammarby-Sirius  3-1  (1-0)
Trelleborgs-Göteborg  1-3  (1-1)
Häcken-Kalmar  1-0  (0-0)
Östersunds-Djurgården  0-1  (0-1)

Lunedì 2 aprile

Norrköping-Brommapojkarna  2-1  (1-0)
Sundsvall-Örebro  0-0
AIK-Dalkurd  2-0  (1-0)
Elfsborg-Malmö 1-2  (1-2) 

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2018 

Pos.SquadraGol fatti/subitiPunti|Pos.SquadraGol fatti/subitiPunti
1Göteborg3/13|9Sundsvall0/01
2Hammarby 3/13|10Brommapojkarna1/20
3AIK2/03|11Elfsborg1/20
4Malmö2/13|12Östersunds0/10
5Norrköping2/13|13Kalmar0/10
6Häcken1/03|14Sirius1/30
7Djurgården1/03|15Trelleborgs1/30
8Örebro0/01|16Dalkurd0/20

Legenda: qualificata ai preliminari di CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.