Fantacalcio Serie A 2017/18: i consigli su chi evitare nella 28/a giornata

322

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi l a scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi evitare, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

POLLICE GIÙ – Solito sguardo preliminare agli assenti, a cominciare dai tanti squalificati, ben 13: Fazio, Džeko, Burdisso, Rômulo, Lucioni, Viola, González, Marušić, Alex Sandro, Lichtsteiner, Stryger Larsen, Berardi e Mattiello. Discorso a parte per João Pedro, sospeso in via cautelare perché risultato positivo al controllo antidoping. Oltre a loro, da segnalare qualche infortunato recente, che si è aggiunto al gruppo di quelli di vecchia data: Lyanco, Poli, Orsolini, Budimir, Bereszyński e Abate. Infine, solita nutrita lista di giocatori in dubbio: Niang, Gamberini, Sandro, S. Romagnoli, Farias, Stoian, Mandžukić, Matri e Cionek. Consigliamo di aspettare le formazioni ufficiali di Roma-Torino di questa sera e valutare, possibilmente, in base alle indicazioni che arriveranno dai ritiri delle squadre.
In quanto alla flop 11, il portiere prescelto è il sannita Puggioni: trasferta ostica contro una Fiorentina che ci terrà a dedicare una vittoria al proprio compianto Capitano. Difesa come sempre a tre, con Samir (Dybala e Higuaín sono in grande spolvero, non sarà un pomeriggio di ordinaria amministrazione per lui e per tutta la difesa dell’Udinese), Ceppitelli (marcare Immobile, di questi tempi, non dev’essere una passeggiata) e Murru (in ballottaggio con Strinić e nella tana di un Crotone in cerca di punti salvezza). Linea mediana con Borja Valero (lo spagnolo non è al meglio, facile che Spalletti, per la gara contro il Napoli, si affidi ai muscoli di Gagliardini e Vecino), de Roon (Cristante e Freuler, ormai, sono i titolari, e l’olandese deve accontentarsi di un ruolo da comprimario), Hiljemark (buon impatto dal punto di vista dei voti, ma carente nei bonus) e de Paul (intanto, non è certo del posto, poi a Torino si prospetta una gara tutta sacrificio). Infine, i tre attaccanti poco raccomandabili rispondono al nome di Sau (superato da Han nelle gerarchie di López), Perica (la Juve ha blindato la propria porta, non crediamo che il croato possa trovare il +3 proprio all’Allianz Stadium) e Lapadula (doveva essere la stagione della consacrazione nella massima serie, invece si appresta a sfidare la sua ex squadra da panchinaro).

I CONSIGLI SU CHI SCHIERARE NELLA 28/A GIORNATA

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.