Serie C, Girone A – Il riepilogo della 25/a giornata

109

Solitamente, nel campo del diritto, si suole dire che tre indizi fanno una prova. Figuriamoci se gli indizi sono quattro. Una constatazione che si riprende pari pari nel calcio. E nel girone A di Serie C 2017/2018 la sentenza è stata emessa. Il Livorno è in crisi. La capolista infila la quarta gara senza vittoria consecutiva e anzi in casa col Pontedera incappa in un brutto scivolone. La formazione di Maraia espugna l’«Armando Picchi» per 1-0 sfruttando pienamente l’unica occasione che le è capitata con un tocco di Pinzauti in occasione di una rovesciata di Caponi su calcio d’angolo. I padroni di casa hanno dominato la gara per l’intero suo corso, senza però costruire seri pericoli alla porta del Pontedera difesa da Contini.

Con la Robur Siena impegnata nel posticipo di domani sera contro la Carrarese, ad approfittare pienamente del passo falso della capolista è la Vitebese Castrense. I laziali liquidano per 2-0 il fanalino di coda Gavorrano e si portano a -6 dalla vetta. Rinaldi apre le danze al 6′ con un diagonale su azione d’angolo e poi De Sousa chiude i giochi a metà ripresa con una girata. Nel mezzo il Gavorrano ha sfiorato più volte il pareggio.

Il Pisa invece ne approfitta solo parzialmente in quanto impatta 2-2 a Prato. I lanieri annullano le distanze di classifica con una gagliarda prestazione. Botta e risposta iniziale. Prato in vantaggio al 3′ con un tiro di Fantacci, immediato pareggio dei nerazzurri con la girata di Negro su assist di Lisi. La compagine di mister Catalano si riporta in vantaggio con Ceccarelli che sorprende direttamente da punizione un non irreprensibile Voltolini. Il 2-2 definitivo lo firma Gucher con una conclusione da fuori. Nel finale il portiere del Prato Sarr salva su Eusepi.

Prosegue la marcia vincente dell’Alessandria. I grigi infilano il settimo risultato utile consecutive espugnando il «Comunale» di Arezzo per 2-0. Vantaggio dei piemontesi con un diagonale di Barlocco e nella ripresa Fischnaller chiude i giochi dopo un contropiede orchestrato da Gonzalez. La reazione dell’Arezzo è stata veemente, ma si è fermato sulla traversa colpita da Cutolo.

Due pareggi in chiave lotta playoff. Il primo è l’1-1 tra Monza e Arzachena. Dopo un primo tempo soporifero, sono i brianzoli a passare in vantaggio con una zuccata di Giudici su angolo di D’Errico. I sardi reagiscono e trovano il pari sempre su un’azione di calcio d’angolo. Tocca a Musto risolvere positivamente per i biancoverdi una mischia. L’altro è lo 0-0 tra Olbia e Pro Piacenza. Una gara dove a dominare è la paura di perdere.

Pari spettacolo tra Cuneo e Pistoiese. Al «Fratellli Paschiero» termina 3-3. Una partita dove i toscani si sono suicidati sportivamente parlando. Dato che gli arancioni conducevano per 3-0 dopo 25 minuti grazie alla doppietta di Vrioni e alla rete di Ferrari. La reazione dei piemontesi inizia con la rete di Bruschi e si concretizza nel finale. All’80’ Cristini riporta sotto il Cuneo con un colpo di testa su azione di punizione. E al quinto dei 5 minuti di recupero, Gerbaudo sigla il gol del 3-3 direttamente da calcio di rigore (dopo che prima Galuppini ne aveva sbagliato uno).

In chiave salvezza, importante vittoria del Piacenza sulla Lucchese per 1-0. Il colpo di testa di Corazza su cross di Masciangelo concretizza il predominio territoriale degli emiliani sui rossoneri.

Serie C Girone A, 25/a giornata
Domenica 11 e lunedì 12 febbraio 2018
Arezzo-Alessandria  0-2  29′ Barlocco, 77′ Fischnaller
Cuneo-Pistoiese  3-3  11′, 18′ Vrioni (P), 25′ Ferrari (P), 37′ Bruschi (C), 80′ Cristini (C), 90 + 5′ Gerbaudo (C)
Livorno-Pontedera  0-1  86′ Pinzauti
Monza-Arzachena  1-1  64′ Giudici (M), 77′ Musto (A)
Olbia-Pro Piacenza  0-0
Piacenza-Lucchese  1-0  75′ Corazza
Prato-Pisa  2-2  3′ Fantacci (PR), 8′ Negro (PI), 45′ Ceccarelli (PR), 84′ Gucher (PI)
Robur Siena-Carrarese  0-0
Viterbese Castrense-Gavorrano  2-0  6′ Rinaldi, 62′ De Sousa

Riposa: Giana Erminio
La classifica dopo la 25/a giornata
Livorno51
Robur Siena46
Viterbese Castrense45
Pisa44
Giana Erminio*34
Alessandria*34
Monza34
Carrarese33
Piacenza32
Olbia32
Arzachena31
Pistoiese31
Pontedera30
Arezzo*27
Lucchese26
Pro Piacenza*25
Cuneo22
Gavorrano*16
Prato*15
Penalizzazioni: Arezzo -3* una partita in meno
Condividi
Nato a Salerno il 3 maggio 1986, laureato in Fisica, ex arbitro di calcio FIGC. “Sportofilo” a 360° con predilezione per calcio e ciclismo, è un acceso e convinto fantacalcista.