Champions League, quarti di finale – La Juventus non è il PSG; vola in semifinale con la rivelazione Monaco

Ververidis Vasilis / Shutterstock.com

Come da pronostico due gare dai ritmi forsennati sin dalle prime battute; ma Juventus e Monaco non gettano il vantaggio acquisito all’andata e alla fine hanno la meglio, diventando le ultime semifinaliste a completare la griglia insieme alle due squadre di Madrid. Ottimo 0-0 della Juve a Barcellona, con i bianconeri che mai danno l’impressione di poterla far riaprire agli spagnoli. Il Monaco si conferma la rivelazione di quest’anno, andando a rifilare un ulteriore tris al malcapitato Borussia Dortmund: è 3-1, francesi in semifinale.

Il canovaccio tattico della gara del Camp Nou è chiaro sin dalle prime battute. Padroni di casa a fare la partita e Juventus che forte del 3-0 dell’andata si difende forte non disdegnando il contropiede. La prima vera occasione però è di Messi, che spedisce a lato la sua rasoiata con Buffon battuto. Sempre la Pulce impegna l’estremo difensore bianconero, che deve allungarsi e respingere alla mezz’ora. La Juve subisce il possesso blaugrana, ma non corre altri sostanziali pericoli dalle parti di Buffon: anzi, è Higuaín a tentare la zampata vincente. Molto nervosismo più che bel gioco, e il primo tempo si chiude sullo 0-0. La seconda frazione si apre con l’ottima occasione terminata a lato di Cuadrado. Poi è il solito Messi a mettere i brividi, con il tiro a giro da fuori che si spegne sul fondo al 56/o. La Juventus è schiacciata nella propria metà campo; ultimi dieci minuti con il cronometro in mano, Barça sbilanciato e Juve che in contropiede potrebbe chiuderla. L’ultimo vero brivido all’80/o, ma il muro non cade: è 0-0 finale.

A Monaco la missione già molto complicata dopo il 2-3 della gara di Dortmund diviene impossibile per i gialloneri dopo soli 3 minuti: è il solito Mbappé a portare avanti i francesi respingendo in rete una corta respinta di Burki. Il Borussia ci prova, e al quarto d’ora va vicinissimo al pari con il palo su punizione di Şahin; ma è il Monaco a trovare il 2-0 pochi istanti dopo con Falcao, di testa sull’assistenza di Lemar. La prima frazione termina con il doppio vantaggio monegasco e la tanta confusione tedesca. Inizia nella maniera opposta la ripresa: è il Borussia a trovare immediatamente la via del gol, con Reus che gira in porta il servizio di Dembélé. Falcao ha l’occasione per chiuderla intorno al venticinquesimo della ripresa, ma il suo tentativo si spegne sul fondo. Si riversa in avanti il Borussia nel finale e le occasioni non mancano, né da un lato né dall’altro. Ma il Monaco all’82/o la chiude, con il neo entrato Germain che fredda Burki. La partita si spegne sostanzialmente qui; è semifinale per la squadra del Principato.

 

Champions League – Quarti di finale (ritorno)

Barcellona-Juventus 0-0 (and. 3-0).

Monaco-Borussia Dortmund 3-1 (and. 2-3) 3′ Mpappé (M), 17′ Falcao (M), 48′ Reus (B), 82′ Germain (M).

Condividi
Classe 1992, studia giurisprudenza ed è istruttore di scuola calcio. Tifoso del Milan, legato al Borussia Dortmund e al Cagliari. Appassionato di MotoGP, ama il tennis femminile e la musica di Lindsey Stirling.