È un pareggio da semifinale: la Juventus evita la “remuntada” con un prezioso 0-0

bodrumsurf / Shutterstock.com

Forte del 3-0 dell’andata, la Juventus esce indenne dalla bolgia del Camp Nou non subendo gol e qualificandosi così per la semifinale di Champions League. Per il Barcellona l’inutile forcing offensivo non ha portato la tanto sognata “remuntada” e così è la compagine di Allegri ad essere tra le migliori quattro d’Europa.

L’alta posta in palio si fa sentire in avvio con le squadre abbastanza bloccate e il ritmo piuttosto basso che favoriscono la Juventus, tanto da rendersi pericolosa al 13′ con Higuaín, ma la sua conclusione dal limite termina a lato non di molto. Il Barcellona con il passare dei minuti aumenta la pressione e al 20′ è Messi a divorarsi il gol del vantaggio calciando fuori di sinistro dal centro dell’area. Dieci minuti dopo è ancora la pulce argentina a farsi vedere due volte, ma prima Buffon respinge e sulla seconda conclusione è l’esterno della rete a salvare i bianconeri. Nel finale di frazione Pjanić pesca Higuaín in area, ma l’argentino sfiora soltanto il pallone senza dare potenza e ter Stegen controlla senza problemi.

Nella ripresa i blaugrana aumentano la pressione offensiva, ma la prima occasione è a tinte bianconere: Higuaín allarga per Cuadrado che ha tutto il tempo per controllare e prendere la mira, ma il suo diagonale sfiora il palo. Il Barcellona si proietta in avanti con più convinzione, ma la sfortuna questa sera sembra persistere soprattutto per Messi che sfiora il gol in più riprese con dei tiri dal limite dell’area. Al 66′ l’argentino grazia una brutta uscita di Buffon mettendo alto di destro a porta vuota, mentre tre minuti più tardi è Sergi Roberto a lambire l’incrocio dei pali con un potente tiro appena dentro l’area. Nel finale l’assedio del Barcelllona è totale, ma le ampie praterie concesse favoriscono i contropiedi della Juventus, non sfruttati però da KhediraHiguaín.

BARCELLONA-JUVENTUS 0-0 (0-0)

Barcellona (4-3-3): ter Stegen 6; Sergi Roberto 5 (78′ Mascherano 6), Piqué 6.5, Umtiti 6, Alba 5.5; Rakitić (58′ Paco Alcácer 5), Busquets 6, Iniesta 5.5; Messi 6, Suárez 5, Neymar 5.5. A disp.: Cillessen, Digne, Aleñá, A. Gomes, Denis Suárez. All.: Luis Enrique 5.5.
Juventus (4-2-3-1): Buffon 6; Dani Alves 6.5, Bonucci 6.5, Chiellini 6, Alex Sandro 6; Khedira 5.5, Pjanić 6; Cuadrado 7 (83′ Lemina sv), Dybala 6 (74′ Barzagli 6), Mandžukić 6; Higuaín 6 (88′ Asamoah sv). A disp.: Neto, Lichtsteiner, Benatia, Rincón. All.: Allegri 7.
Arbitro: Björn Kuipers (Olanda).
Marcatori: nessuno.
Note – Ammoniti: Iniesta, Neymar (B); Chiellini, Khedira (J).

Condividi
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".