Napoli, Mazzarri: “Guardo sempre la prestazione, a Milano senza nessun timore”

Alla vigilia del big match a San Siro tra Milan e Napoli, ha parlato nella sala conferenze di Castelvolturno il tecnico Walter Mazzarri. Queste le parole del mister toscano:

Subito su Milan-Napoli“È una partita affascinante e un piacere affrontarla. Io guardo sempre alla prestazione, all’inizio della mia esperienza a Napoli subivamo il blasone dell’avversario. Adesso siamo creciuti ed i ragazzi non hanno alcun timore reverenziale“.

Rammarico per la corsa scudetto? “Per tutti ci sono momenti buoni e momenti non buoni. Bisogna vincere sempre, ma se si ragiona sui momenti negativi non ne usciamo più. I numeri confermano che siamo in crescita, +14 rispetto all’anno scorso, solo la Fiorentina ha fatto +16 ma l’anno scorso fecero un campionato inguardabile. Il Milan ha meno punti dell’anno scorso ad esempio”.

A Milano per il pareggio? “Noi non dobbiamo fare calcoli, non fa parte di noi. Abbiamo un vantaggio importante, dopo la partita vedremo come saremo messi. Loro hanno un calendario più difficile del nostro, ma ragioniamo solo sulla gara. Al 95′ vedremo come saremo messi”.

Mai vinto in trasferta contro una grande: “Io guardo le prestazioni. Con la Juve abbiamo fatto una grande gara, poi si perse nel finale. Con l’Inter abbiamo dominato e si è preso gol su un calcio d’angolo”.

Vincere giocando male? “Ogni tanto bisogna vincere anche così. Noi di solito meriteremmo di più, creiamo sempre di più rispetto all’avversario, ogni tanto si deve raccogliere anche quando non giochi al meglio”.

Troppo ottimismo? “Siamo forgiati, sappiamo isolarci e sappiamo dell’importanza della partita”. Confermerà Britos? “Probabilmente sì. Con la palla tra i piedi è un giocatore che mi piace perchè riesce ad impostare la manovra”.

Milanisti con le mascherine al San Paolo, domani? “Io vorrei parlare della partita. Queste cose sono brutte e devono essere valutate con cura perchè ci sono tanti tipi di razzismo. Gli spettatori devono comportarsi con intelligenza”. 

Inizio d’attesa del Napoli? “Noi sappiamo cosa fare. Non possiamo puntare solo su una strategia, il calcio è strano basta un calcio d’angolo, prendi gol, poi in quel caso salta tutto quello che avevi preparato”.

FONTE: tuttonapoli.net

Condividi
Nato a Terracina il 1º Agosto 1985, ama il calcio e i numeri 10 che sin da bambino hanno condizionato la sua vita. Alla sua prima collaborazione con una testata sportiva. Dal 2011 vive a Barcellona. Email: aiacomino@mondosportivo.it