Champions League 2013: lo spettacolo deve ancora cominciare

Il sorteggio che venerdì ci svelerà gli accoppiamenti per le semifinali di Champions League 2013 (martedì 23 e mercoledì 24 aprile gare di andata e martedì 30 aprile e mercoledì 1 maggio gare di ritorno), presenta delle possibilità fantastiche e suggestive.

Nell’urna di Nyon troviamo le prime due del campionato tedesco e di quello spagnolo. In entrambi i tornei ormai il vincitore è designato, ma se in campionato Barcellona e Bayern hanno dominato staccando nettamente Real Madrid e Borussia Dortmund, questo non può portare certezze sull’esito delle semifinali di coppa.

Anomalo quanto affascinante sarebbe un doppio derby, dove le gerarchie nazionali potrebbero quindi essere ribaltate. L’ennesima sfida tra Barça e Real, segnerebbe un nuovo capitolo nella infinita rivalità tra le due squadre che hanno fatto la storia del calcio spagnolo. Altrettanto si può dire per Borussia e Bayern che negli ultimi anni si sono spartite Bundesliga e coppa nazionale in sfide ad alta tensione.

Altrettanto emozionante sarebbe uno scontro tra Bayern e Barcellona, con Guardiola spettatore d’obbligo. Oppure, come già avvenuto nel girone di qualificazione, il duello Real Madrid – Borussia Dortmund giusto per alimentare le voci che vogliono Klopp futuro successore dello Special One a Madrid.

Ugualmente pirotecnico sarebbe l’ultimo abbinamento possibile con la sfida tra il possesso palla del Barça contro le intraprendenti ripartenze dei terribili ragazzi del Dortmund. Match spettacolari da svolgere in due templi del calcio come il “Camp Nou” con oltre 90.000 posti ed il “Westfalenstadion” dove, con oltre 24.000 posti in piedi, la gradinata più larga d’Europa ospita una delle tifoserie più affezionate del calcio. Meravigliosa si presenta anche l’altra ipotetica sfida Real Madrid – Bayern Monaco, rivincita dell’annata scorsa che vide i tedeschi sorprendere ai rigori la squadra di Mourinho. Gara tra moduli speculari che cercheranno nell’abilità del singolo il guizzo per raggiungere la finale.

Non ci resta che aspettare l’esito dei sorteggi, comunque vada sarà uno spettacolo garantito.

Condividi
Nato nel 1977, da allora si nutre di calcio: una passione che pratica e insegna a Treviso nei settori giovanili. Ama i giovani talenti e il lato romantico di questo sport.