D1 féminine: Lyon ancora campione!

Era scritto. Un percorso perfetto, fatto di vittorie, vittorie e, ancora, vittorie. Una squadra così non la batti, è pressoché impossibile. Festeggiano calciatrici, staff e tifosi dell’OL, che vince il campionato di D1 féminine con aritmetica certezza, al netto dello 0-7 inflitto al Vendenheim, allo Stade les Floralies.

In alto le bandiere e i canti per l’OL campione di Francia, avrebbe detto qualcuno: questa squadra si merita tutto, per la cura con cui è stata costruita e strutturata, per la continuità dimostrata ai massimi livelli, per il sogno del triplete ancora in piedi. Il trentanovesimo campionato di Division 1 – anche se sono state usate varie denominazioni, storicamente – va alla squadra più completa, forte. Al club meglio allenato, che attrae sempre un gran pubblico, e ora ha l’occasione di completare l’annata a livello europeo.

Foto fff.fr
Foto fff.fr

Nel recupero, il povero Vendenheim viene letteralmente strapazzato: 0-7 e tutti a casa, perché l’OL festeggia il titolo, orgoglio di una città che di recente ha dominato anche a livello maschile. Nous sommes l’Olympique Lyonnais dice la grafica celebrativa di OLweb.fr, beati loro!

Sono al settimo cielo e con questo settimo titolo consecutivo eguagliamo il record della squadra maschile. È straordinario per il club, ed è anche il mod ideale per preparare la partita di Domenica contro lo Juvisy (in Champions League, ndr). Abbiamo controllato sin da subito la partita, evitando infortuni. Guai a pensare che sia facile vincere trofei: le ragazze hanno lavorato così tanto, così duramente con lo staff e i preparatori per essere sempre al 100%. Abbiamo vinto i big match contro PSG, Montpellier e Juvisy: ora non possiamo far durare troppo le celebrazioni, ma ci penseremo più avanti (Elodie Thomis, OLweb.fr)

FC VENDENHEIM-OLYMPIQUE LYONNAIS 0-7
Vendenheim: Munich (56′ Schwartz); Anstett, Hamidouche, Landrieux, Bouteldja; Boudaud, Walocha (74′ Suss), Wioland, Atamaniuk (41′ Pfeiffer), Gruat; Mula. All. Stéphanie Trognon.
Lyon: Deville; Agard (46′ Abily), Georges, Viguier, Bompastor; Henry (46′ Necib), Bussaglia – Thomis (46′ Le Sommer), Ohno, Otaki; Tonazzi. All.: Patrice Lair.
Marcatrici: 9′ Thomis, 49′, 72′ e 88′ Tonazzi, 55′ e 92′ Le Sommer, 86′ Bussaglia
Note: Ammonita: Bussaglia (L)

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen. Email: mportoghese@mondosportivo.it