Picci (Brescia): “Un vero peccato, ma ora dobbiamo rifarci”

Gioie e dolori nel giro di un minuto per Antonio Giulio Picci, attaccante del Brescia. La sua rete in pieno recupero ha fatto esplodere il pubblico del “Rigamonti” per una vittoria che sembrava ormai conquistata ed invece dopo un solo giro di lancette è arrivata la doccia fredda con il pareggio di Di Nardo del Cittadella.

Picci non ha nascosto la sua amarezza per quanto accaduto oggi a Brescia; proprio lui che dopo la rete si è fatto ammonire per un’esultanza, che ha ricordato Marco Tardelli in quel celebre Italia-Germania del 1982: “Un mix di emozioni: la gioia del gol e la batosta subita dal pareggio del Cittadella. I veneti sono una buona squadra e noi oggi avevamo nove assenti tra squalificati, infortunati e convocati con le varie Nazionali. Una gara giocata su un campo pesante e una partita di non facile interpretazione. Eppure eravamo riusciti ad incanalarla sui binari giusti poi, nei minuti di recupero, il botta e risposta. Un vero peccato ma ora dobbiamo rifarci giovedì sera a Terni.”

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it