Belgio, Jupiler Pro League: terminata la stagione regolare. Ecco cosa succede ora

In Belgio si è appena conclusa la stagione regolare della Jupiler Pro League, il massimo campionato di calcio belga. Un torneo che, tuttavia, non termina qui: il regolamento, infatti, prevede una seconda parte nella quale verrà assegnato il titolo, si conosceranno le squadre che parteciperanno alle prossime coppe europee e si saprà quali formazioni retrocederanno.

Un sistema abbastanza complicato, unico forse nell’intero panorama del calcio europeo che vale la pena essere spiegato per i non addetti ai lavori e per quanti abbiano la curiosità di capire un po’ meglio questo campionato. Partiamo dal presupposto che le squadre iscritte al torneo sono 16: nella prima parte della stagione esse si affrontano in un girone di andata e ritorno all’italiana alla fine del quale verrà stilata una classifica finale in base ai punti conquistati.

Niente di più semplice e comune, almeno fin qui. Terminata questa prima fase, le squadre vengono suddivise in base al loro posizionamento: le prime sei parteciperanno ad una puole scudetto che assegnerà il titolo. Nel caso specifico del campionato 2012/2013 saranno Anderlecht, Zulte-Waregem, Genk, Club Bruges, Lokeren e Standard Liegi a contendersi il titolo di campione del Belgio.

Le sei contendenti si affronteranno nuovamente in un girone di andata e ritorno per un totale di dieci giornate; i punti raccolti alla fine di questa fase verranno sommati a quelli accumulati durante la stagione regolare, precedentemente dimezzati e arrotondati per eccesso. Ad esempio, l’Anderlcht che ha concluso la prima parte della stagione a quota 67 punti partirà da 34; a questi si sommeranno quelli raccolti nella seconda fase.

Chi avrà più punti al termine vincerà il campionato, accedendo in maniera diretta alla fase a gironi della prossima Champions League, mentre la seconda piazzata parteciperà al terzo turno preliminare. Stesso discorso per la terza, che giocherà invece il turno preliminare di Europa League.

Le formazioni classificatesi durante la stagione regolare dal settimo al quattordicesimo posto vengono divise in due gironi da quattro squadre. Ognuna affronterà in un girone di andata e ritorno le formazioni dei rispettivi gruppi per un totale di sei giornate, al termine delle quali le due squadre vincitrici si scontreranno nella finalissima, che si svolgerà sempre con la modalità di andata e ritorno.

La vincente di questi playoff affronterà in una doppia sfida con la quarta della poule scudetto: la vincente partecipa al secondo turno preliminare dell’Europa League. Le ultime due della stagione regolare, in questo caso Beerschot e Cercle Bruges, si affrontano in cinque partite, con la squadra meglio classificata nella stagione regolare, quest’anno il Beerschot, che parte con un bonus di tre punti.

Alla fine delle sfide la squadra che avrà meno punti retrocederà nella seconda divisione; l’altra formazione, invece, gioca i playoff promozione con le squadre piazzate dal secondo al quarto posto della Tweede klasse, la Serie B belga, in un girone di andata e ritorno. La squadra vincitrice parteciperà alla prossima Jupiler Pro League o, nel caso del Beerschot, sarà salvo.

Un regolamento complicatissimo, in vigore fino a pochi anni fa anche in altri paesi come l’Olanda, abbandonato tuttavia per motivazioni di varia natura. Con riferimento al campionato di quest’anno, ecco come verranno suddivise le squadre:

Poule scudetto (tra parentesi i punti di partenza)
Anderlecht (34)
Zulte-Waregem (32)
Genk (28)
Club bruges (27)
Lokeren (26)
Standard Liegi (25)

Playoff Gruppo A
Gent
Mons
Lierse
Kortrijk

Playoff Gruppo B
Mechelen
Oud-Heverlee
Sporting Charleroi
Waasland-Beveren

Spareggio salvezza
Beerschot
Cercle Bruges

 

 

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.