Cagliari-Sampdoria 3-1: Ibarbo superstar, Icardi non pervenuto

In un Is Arenas deserto per ordine del prefetto di Cagliari il Cagliari annienta la Sampdoria con un secco 3-1. Il giustiziere dei blucerchiati si chiama Victor Ibarbo, che realizza oggi la sua prima tripletta in seria A, dopo un campionato che fino a questo momento gli aveva regalato solo una marcatura. Per la Samp, la risposta arriva solo al 91′ con un calcio di rigore trasformato da Maxi Lopez.

In avvio di gara è la Samp la squadra che prova a prendere in mano le redini del gioco, con Maresca (schierato al posto dello squalificato Krstcic) a manovrare nella mediana blucerchiata. Al 18′ arriva però l’episodio che cambia la partita: grande pallone messo in mezzo da Thiago Ribeiro dalla sinistra su cui si avventa Ekdal, Romero para ma sulla ribattuta Ibarbo porta facilmente in vantaggio il Cagliari. Per il resto del primo tempo la Samp è volenterosa, ma mai pericolosa a causa di una giornata storta del bomber Icardi. In chiusura di tempo è ancora Ibarbo a sfiorare il raddoppio con un buon diagonale dalla sinistra che esce alla sinistra di Romero. La doppietta è però solo rinviata per l’attaccante colombiano. Bisogna attendere la ripresa, quando al 52′ si ritrova tutto solo su azione da calcio d’angolo: Romero trafitto con una potente conclusione ravvicnata. Dopo il raddoppio il Cagliari eleva un fortino che la Samp non riesce a superare, e si affida alle ripartenze. Al 72′ infatti Cossu si ritrova un’autostrada sulla destra, il suo cross trova perfettamente la testa di Ibarbo, che chiude la partita. Tardiva la reazione degli uomini di Delio Rossi, trascinati da Eder, l’unico a darsi da fare e a creare qualche problema al Cagliari tra i genovesi. E’ infatti lui a procurarsi il fallo in area da rigore che costa l’espulsione per Rossettini e il rigore per la Samp. Sul dischetto si presenta Maxi Lopez che spiazza Avramov ponendo fine a un lungo digiuno. Siamo però già al 91′, troppo tardi per i blucerchiati sperare in una rimonta. Il Cagliari conquista tre punti fondamentali nella corsa salvezza, mentre la Samp rimedia un’imprevista battuta d’arresto dopo un periodo positivo.

CAGLIARI-SAMPDORIA 3-1 (1-0)
Cagliari (4-3-1-2): Agazzi 6 (46′ Avramov 6);Perico 5,5, Astori 6, Rossettini 5, Murru 6,5;Dessena 6, Nainggolan 6,5, Ekdal 6,5; Cossu 7 (73′ Cabrera 6); Thiago Ribeiro 6,5, Ibarbo 8 (75′ Pinilla 5). A disp.: Avelar, Ariaudo, Casarini, Nené. All.: Pulga-Lopez.
Sampdoria (3-5-2): Romero 5; Rossini 4,5, Palombo 5, Costa 5; De Silvestri 6,5, Poli 6, Maresca (54′ Munari 5), Obiang 5,5, Estigarribia 5,5 (55′ Soriano 5,5); Eder 6,5, Icardi 5 (64′ Maxi Lopez 6). A disp.: Da Costa, Berni, Castellini, Renan, Berardi, Rodriguez, Mustafi, Sansone. All.: Rossi.
Arbitro: Massa di Imperia
Marcatori: 18′, 52′, 72′ Ibarbo (C), 91′ Maxi Lopez rig. (S)
Note: Ammoniti 
Nainggolan (C), Obiang (S) Espulso Rossettini (C) per fallo da ultimo uomo

Condividi
Nato negli anni della grande Samp, appena un anno dopo lo scudetto targato Vialli&Mancini. Laureato in Scienze politiche all'università di Genova, ama scrivere di calcio e di politica. Email: llottero@mondosportivo.it