Nba, i risultati del 9 marzo: Bryant show, i Lakers sono ad un passo dai playoff. Portland travolge San Antonio, bene Miami e Okc

Tantissima roba nelle gare della notte Nba. Partiamo dalle big: Miami non si ferma più e conquista la 17esima vittoria consecutiva questa volta tra le mura amiche contro i Philadelphia 76ers nonostante prestazioni più “normali” del solito per Lbj e Wade rispettivamente con 25 e 22 punti. Gli Heat (46-14) sono ormai imprendibili al primo posto a Est. Crolla, invece, la squadra leader della Western Conference, i San Antonio Spurs (48-15) che cedono nettamente in casa contro i Portland Trailblazers 136-106. Damian Lillard spacca in due la partita con i suoi 35 punti regalando così la vittoria numero 29 in stagione ai Blazers. 46-16 e secondo posto a Ovest per gli Oklahoma City Thunder che passano 116-94 in casa dei Charlotte Bobcats con una performance più da squadra: Durant si ferma a 19 punti mentre sono 11 i punti du Russ Westbrook. Torna prontamente alla vittoria anche Indiana (39-23) che travolge Orlando in trasferta 115-86 grazie ai 25 punti di uno strepitoso Paul George mentre i Boston Celtics (34-27) conquistano il sesto posto a Est a discapito proprio degli Atlanta Hawks sconfitti 107-102 all’over time con 27 punti, 7 assist e 7 rimbalzi di Paul Pierce. Non basta, in casa Hawks, la perfetta prestazione di Josh Smith da 32 punti, 9 assist e 8 rimbalzi.

Serve un paragrafo a parte, invece, per i Los Angeles Lakers vittoriosi 118-116 all’over time contro i Toronto Raptors e trascinati ancora una volta dall’intramontabile verve agonistica del Mamba Kobe Bryant che chiude con 41 punti, 12 assist e il 50% dal tiro da tre. Proprio tre bombe nell’ultimo minuto di gioco più il canestro del successo all’over time di Bryant (CLICCA QUI PER VEDERE LA PERFORMANCE) consentono ai Lakers di raggiungere Utah all’ottavo posto a ovest (32-31). In casa Toronto non bastano i 28 punti di Demar DeRozan in una partita sfortunata per il mago Andrea Bargnani che dopo 9′ di gioco è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per un infortunio che sembra abbastanza serio. Seconda vittoria di fila per Brooklyn che regola i Washington Wizards 95-78 già nel primo tempo grazie al nuovo record Nba di Deron Williams di nove triple (CLICCA QUI PER VEDERE IL RECORD). Il play chiuderà poi con 11/16 da tre, 5 assist e 42 punti totali che valgono la 36esima vittoria stagionale e il quarto posto a est. Successo all’ultimo tiro 89-88 per i Chicago Bulls di Marco Belinelli che superano gli Utah Jazz proprio con il tiro della vittoria dell’italiano (CLICCA QUI PER VEDERE L’AZIONE DEL BELI) che mette a referto 22 punti con 3/4 dall’arco.

Chiudiamo con gli Houston Rockets che vincono in casa dei Golden State Warriors 94-88 guidati dai 20 punti e 11 assist di James Harden e i 26 punti di Chandler Parsons. Houston scavalca così Utah conquistando il settimo posto a Ovest piazzandosi all’inseguimento proprio dei Warriors di Stephen Curry. Nelle altre sfide Memphis passa a Cleveland 103-92 così come Dallas che vince a Detroit 102-99 mentre Sacramento regola Phoenix 121-112.

TOP 10 DELLA NOTTE

NBA – I risultati del 9 marzo

Charlotte Bobcats-Oklahoma City Thunder 94-116
Orlando Magic-Indiana Pacers 86-115
Brooklyn Nets-Washington Wizards 95-78
Cleveland Cavaliers-Memphis Grizzlies 92-103
Detroit Pistons-Dallas Mavericks 99-102
Boston Celtics-Atlanta Hawks 107-102 dts
Chicago Bulls-Utah Jazz 89-88
Miami Heat-Philadelphia 76ers 102-93
San Antonio Spurs-Portland Trailblazers 106-136
Sacramento Kings-Phoenix Suns 121-112
Golden State Warriors-Houston Rockets 88-94
Los Angeles Lakers-Toronto Raptors 118-116 dts

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it