Speciale mondosportivo.it, ritorna il campionato russo (2° parte)

Continua lo speciale di Mondopallone.it sul campionato russo, che riprenderà dopo una sosta di tre mesi questo venerdì, alle 11 con Volga-Kuban. Ti sei perso la prima parte? Nessun problema, vai qui.

TEREK GROZNY 32 punti

FORMAZIONE TIPO TEREK GROZNY

Acquisti: Usminskiy (p, Krasnodar, parametro zero), Ojala (d, Young Boys, 500.000 €), Píriz (c, Nacional de Montevideo, 2.800.000 €), Kanu (c, Anderlecht, 3.000.000 €).

Cessioni: Djanaev (p, Spartak Mosca, fine prestito), Polczak (d, Volga Nizhny Novgorod, inizio prestito), Ediev (d, Metallurg-Kuzbass Novokuznetsk, parametro zero), Georgiev (c, Amkar Perm, parametro zero), Sadaev (a, Beitar Gerusalemme, inizio prestito).

Capolista per alcune giornate, il Terek con il Kuban è una delle sorprese di questo torneo. Il progetto di Kadyrov è intelligente, e la squadra cecena può ambire ad un posto in Europa; dopo il disastro causato dall’arrivo di Gullit, infatti, la società ha saputo avviare una politica di mercato e di gestione delle risorse decisamente mirata. Un plauso anche a Cherchesov, tornato ad allenare dopo la deludentissima esperienza allo Spartak Mosca di qualche anno prima. Ad Agosto è arrivato Ailton dall’APOEL, acquisto che si è rivelato azzeccatissimo. Ora i due nuovi centrocampisti Piriz e Kanu promettono bene: se manterranno le aspettative un posto in Europa è tutt’altro che precluso (tenendo sempre presente che i ceceni rimangono comunque ancora in corsa per la conquista della coppa nazionale). Unica nota stonata: l’addio del trascinatore bulgaro Blago, passato all’Amkar Perm.

SPARTAK MOSCA 32 punti

FORMAZIONE TIPO SPARTAK MOSCA

Acquisti: Bocchetti (d, Rubin Kazan, 4.500.000 €), Vukojević (c, Dynamo Kiev, inizio prestito), Waris Majeed (a, Häcken, 2.900.000 €), Movsisyan (a, Krasnodar, 7.500.000 €).

Cessioni: Djanaev (p, Alania Vladikavkaz, inizio prestito), de Zeeuw (c, Anderlecht, inizio prestito), Makhmudov (c, Krylya Sovetov Samara, inizio prestito), Sovetkin (c, svincolato), Gorbatenko (c, svincolato), Welliton (a, Grêmio, inizio prestito oneroso, 1.000.000 €), Maloyan (a, Shinnik Yaroslavl, parametro zero), Prudnikov (a, Alania Vladikavkaz, parametro zero).

Come al solito lo Spartak ha speso molto. Ma i nuovi arrivati si riveleranno utili alla causa? Certamente il ritorno di Karpin in panchina può dare maggiore coesione ad un gruppo tecnicamente di primissimo livello dalla mediana in su, ma imbarazzante in difesa. Ed è questa la ragione dell’arrivo di Bocchetti, conteso anche dallo Zenit. Non solo, l’arrivo in prestito del pragmatico mediano Vukojevic dalla Dinamo Kiev nelle ultime ore di mercato può dare maggiore solidità e copertura ad una retroguardia troppo sotto pressione. In attacco i nomi, come detto sono di tutto rispetto, e proprio per questo si nutrono delle riserve sull’acquisto di Movsysyan: l’armeno ha segnato tantissimo col Krasnodar nella prima parte di stagione, ma è tutto da vedere in una realtà completamente diversa come quella della squadra moscovita.

RUBIN KAZAN 31 punti

FORMAZIONE TIPO RUBIN KAZAN
Acquisti: Abishov (d, Xäzär Länkäran, parametro zero), Kverkvelia (d, Neftekhimik Nizhnekamsk, fine prestito), M’Vila (c, Rennes, 12.000.000 €), Kislyak (c, Krasnodar, fine prestito), Galiulin (c, Neftekhimik Nizhnekamsk, fine prestito).

Cessioni: Orekhov (d, svincolato), Bocchetti (d, Spartak Mosca, 4.500.000 €), V. Kuzmichev (c, Rubin Kazan, 250.000 €), Umarboev (c, Neftekhimik Nizhnekamsk, inizio prestito), Plătică (c, Neftekhimik Nizhnekamsk, inizio prestito), P. Bystrov (c, svincolato), Carlos Eduardo (c, Flamengo, inizio prestito), Uridia (a, Neftekhimik Nizhnekamsk, inizio prestito), Chalá (a, Neftekhimik Nizhnekamsk, inizio prestito), N. H. Valdez (a, Valencia, 3.000.000 €), Portnyagin (a, Krylya Sovetov Samara, inizio prestito), Davydov (a, Dinamo Mosca, inizio prestito).

Autore di un campionato altalenante, il Rubin si trova comunque meno staccato di quanto avrebbe potuto essere. La cessione di Bocchetti poteva scardinare la vera forza di questa squadra, la difesa, ma la doppia sfida con l’Atletico Madrid ha dimostrato il contrario. L’arrivo del roccioso mediano francese Yann M’Vila dal Rennes è un gran colpo, utile per un centrocampo tecnico ma leggero come quello del Rubin. Da segnalare il ritorno di Kislyak, messosi già in mostra in Europa League, e l’arrivo di un promettente difensore azero, Abishov.

LOKOMOTIV MOSCA 30 punti

FORMAZIONE TIPO LOKOMOTIV MOSCA

Acquisti: Yanbaev (d, Zenit San Pietroburgo, fine prestito), V. Denisov (d, Dnipro, parametro zero).

Cessioni: Filtsov (p, Krasnodar, inizio prestito), Eschenko (d, Anzhi Makhachkala, 4.000.000 €), Belyaev (d, Rostov, inizio prestito), Ziegler (d, Juventus, fine prestito), Ibričić (c, Kasimpasa, inizio prestito).

Si ripongono sempre grandi aspettative sulla Lokomotiv, ma i ferrovieri faticano sempre a trovare una continuità di risultati e di gioco. Nemmeno un conoscitore del calcio come Slaven Bilic ha trovato l’alchimia vincente per questa squadra; bisogna dire comunque che il croato ha cominciato a mettere le basi per fare qualcosa di buono, ma non ancora nel breve termine. L’undici titolare può benissimo lottare per il quarto posto, conteso in un’ emozionante battaglia da almeno altri 4 club. Il mercato di gennaio è stato abbastanza fermo: tutto si è limitato al rientro di Yanbaev e alla cessione di Eschenko. Due giocatori praticamente speculari, ma ad aver fatto l’affare (soprattutto sul piano economico) sembra essere stata la Lokomotiv.

PER LEGGERE L’ANALISI PER LA CORSA AL TITOLO CLICCA QUI

PER CONSULTARE LE ALTRE PUNTATE DELLA RUBRICA SUL CALCIO RUSSO CLICCA QUI

PER LEGGERE GLI ARTICOLI SUI PERSONAGGI E SULLE LEGGENDE DEL CALCIO RUSSO CLICCA QUI

Condividi
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan. Email: mbraga@mondosportivo.it