Emanuelson attacca il Milan: “Dicevano che ero fra i migliori, poi mi hanno scaricato”

Urby Emanuelson è ancora arrabbiato per il trattamento ricevuto dal Milan nella prima parte di stagione e in un’intervista rilasciata a insidefutbal.com attacca senza mezzi termini dirigenza e tecnico rossoneri: “Per me il trasferimento al Fulham non è un passo indietro nella carriera. Lo sarebbe stato restare in panchina al Milan per il resto della stagione. Ho 26 anni e ho bisogno di giocare, per questo ho scelto il Fulham. – spiega l’olandese parlando poi del Milan – I mesi al Milan sono stati difficili per me, sono rimasto spesso in panchina nonostante le rassicurazioni ricevute in estate. Nel precampionato ero uno dei migliori, o almeno così dicevano tecnico e dirigenza alla stampa. Poi una volta iniziata la stagione mi sono trovato spesso fuori dai titolari e non importava quanto mi allenassi duramente per riconquistare una maglia da titolare, il mister non mi vedeva più”.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.