Formula 1, Barcellona test day 1: l’acuto è di Nico Rosberg

Dopo quella di Jerez, è scattata ufficialmente la seconda sessione di test invernali della Formula 1; una quattro giorni di prove che si svolgerà sul circuito del Montmelò di Barcellona, utile a mettere a punto il lavoro svolto fin qui dalle scuderie a meno di un mese dall’inizio del campionato mondiale. Per alcuni si è trattato del “primo giorno di scuola” del 2013, come ad esempio per Fernando Alonso, al debutto stagionale con la Ferrari F138, mentre per altri si è trattato della prima uscita ufficiale della nuova monoposto, come nel caso della Williams, ultima squadra a presentare, proprio sul circuito catalano, la vettura che prenderà parte al prossimo mondiale.

Mattinata all’insegna del campione del mondo in carica Sebastian Vettel e della sua Red Bull RB9: il tedesco ha messo in riga il resto della compagnia, facendo fermare il cronometro sul tempo di 1:23.046, precedendo la Lotus di un sempre positivo Kimi Raikkonen e la Ferrari di Alonso. Impatto tutto sommato positivo con la nuova vettura per l’asturiano, che ha compiuto complessivamente una quarantina di tornate, fermandosi a mezzo secondo da un Vettel apparso già in forma in ottica mondiale. Da segnalare il fatto che i tempi dei primi sono stati fatti segnare con gomme dure; alle spalle dei primi tre ecco la nuova Williams di Maldonado che precede la McLaren del messicano Perez.

La Mercedes di Nico Rosberg si prende la scena nel pomeriggio, facendo segnare il miglior giro in assoluto con gomme medie; 1:22.616 il crono del pilota tedesco, miglior tempo dell’intera giornata. Alle sue spalle ecco ancora una volta la Lotus di Raikkonen e la Ferrari di Alonso, che ha migliorato di quasi sei decimi il suo tempo della mattinata; in quarta posizione il campione del mondo Vettel, anch’egli con gomme medie. Alla fine del primo giorno di prove catalane il pilota ad aver effettuato il maggior numero di giri è stato proprio Fernando Alonso, autore di ben 109 tornate: un debutto positivo per lo spagnolo, che dà ufficialmente il via alla caccia al mondiale.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.