Emozioni a non finire, Kozak all’ultimo respiro! B. Monchengladbach-Lazio 3-3

Una partita incredibile, un pareggio rocambolesco e tutto sommato positivo. La Lazio lotta, va sotto, reagisce, rivà sotto ma alla fine agguanta un prezioso 3-3 nella bolgia del Borussia Park. L’undici di Petkovic ha vita dura a causa di un Mönchengladbach tenace e reattivo, schierato con un 4-2-3-1 culminato da De Jong. Partita combattuta sin dall’inizio, i cinque mediani laziali provano a tenere il possesso ispirati dall’estro di Hernanes, chiamato ad accendere la fame di gol di un Floccari assolutamente in periodo positivo.

A sbloccare il risultato però è l’uncidi di casa, che approfitta della serataccia di Dias per passare in vantaggio; il difensore biancoceleste fa fallo su Herrman, e Stranzl dal dischetto fulmina Marchetti. Uno a zero e partita che entra nel vivo; la Lazio prova a reagire ma i tedeschi si chiudono e ripartono, Floccari è una spina nel fianco ma Ter Stegen è sempre attento, Arango coglie un clamoroso palo su punizione, e nella ripresa la sfida è un’esplosione di emozioni.

A firmare il pari è sempre lui, Floccari, autore del sesto gol in otto partite, bravissimo a sfruttare il suggerimento di Candreva per risollevare le sorti biancocelesti. Pareggio agguantato e vantaggio immediato, grazie al neoenrato Kozak, che al minuto 64′ ringrazia Lulic per l’assist e ribalta la situazione. Il Borussia non ci sta, inizia a spingere, e al 69′ ha la grande chance del vantaggio perché Dias fa un altro fallo in area, si becca il rosso, ma Stranzl stavolta non la butta dentro dagli undici metri.

Il finale, è un fiume in piena di emozioni; minuto 84, gol di Marx, pareggio tedesco, ancora su rigore, stavolta fischiato per un fallo di Cana su Hanke; minuto 88′, sorpasso Borussia con Arango, che stavolta, su punizione, dai trenta metri, la scaraventa alle spalle di Marchetti. La rete del venezuelano sembra decisiva ma non lo è, perché Kozak, in pienissima zona Cesarini, all’ultimo di recupero, firma il 3-3 insaccando la pennellata di Hernanes. Pareggio agguantato, risultato positivo per la Lazio, in vista della sfida di ritorno allo Stadio Olimpico.

BORUSSIA MONCHENGLADBACH-LAZIO 3-3
MARCATORI: 16′ Stranzl rig. (B), 57′ Floccari (L), 63′ Kozak (L), 83′ Marx rig. (B), 87′ Arango
BORUSSIA MONCHENGLADBACH (4-4-2): ter Stegen 6; Stranzl 6, Brouwers 5,5, Dominguez 6, Wendt 6; Cigerci 5 (74′ Xhaka 5,5), Jentschke 5(74′ Hanke 6), Nordveit 5,5 (72′ Marx 6,5), Arango 6,5; Herrmann 6, L. De Jong 6. A disposizione: Heimeroth, Daems, Rupp, Younes. Allenatore: Lucien Favre 6.
LAZIO (4-1-4-1): Marchetti 6; Konko 5,5, Biava 5,5, Dias 4, Radu 6; Ledesma 5 (46′ Kozak 7); Candreva 5,5 (71′ Cana 5), Gonzalez 6, Hernanes 6, Lulic 6,5 (86′ Ciani sv); Floccari 6,5. A disp: Bizzarri, Ederson, Pereirinha, Rozzi. Allenatore: Petkovic 7.
ARBITRO: Sergei Karasev (RUS)
NOTE – Stranzl sbaglia un rigore al 69′. Ammoniti: 21′ Dias (L), 39′ Gonzalez (L), 81′ Cana (L), 89′ Arango (B), 93′ Kozak (L). Espulsi: 67′ Dias (L). Recuperi: 0 pt, 4 st.

Condividi
Appassionato di sport – calcio, NFL e tennis su tutti. Direttore di MondoPallone.it, giornalista e telecronista di Sportitalia. Ottimista e molto (troppo) frenetico. Email: amilone@mondosportivo.it