Emozioni e gol al Dall’Ara: Bologna-Roma 3-3

Finisce 3-3 l’otto volante di emozioni al Dall’Ara. La Roma va due volte in vantaggio e viene due volte ripresa; poi sul 3-2 per i padroni di casa, ci pensa Tachtsidis a pareggiare definitivamente i conti. Nel finale due legni per Diamanti.

ABBUFFATA DI GOL- Zeman sposta Pjanic nei tre d’attacco; Pioli preferisce inserisce Kone e scala Taider al posto di Khrin. Se su una partita del genere l’Over viene offerto a meno di 1.40 ci sarà un motivo. Nei primi 10 minuti già tante le fiammate e un gol. Di Florenzi, che approfitta di un errore di Sorensen, riceve da Totti e sigla lo 0-1. Il Bologna quando attacca con Gabbiadini, Diamanti e Gilardino fa paura. E al 17′ trova il pareggio con l’ex Fiorentina che ribadisce in rete una corta respinta di Goicoechea. Manco il tempo di finire di esultare che Sorensen dimentica che deve marcare Osvaldo; l’italo-argentino svetta di testa sul cross di Pjanic e batte Agliardi. Mazzata definitiva? Macchè! Arriva il secondo pareggio. Gabbiadini addomestica un lancio lungo e non serve Diamanti. Inspiegabile, ma giusto, perchè il numero 18 si gira e di sinistro fredda un incertissimo Goicoechea. E chissà quali pensieri frullano nella testa di Stekelenburg. I felsinei sfiorano addirittura il 3-2 con una giocata maestosa di Diamanti, che libera il sinistro di Gilardino, che finisce di poco a lato. E il Dall’Ara sarebbe crollato.

 PARTITA INFINITA- Il secondo tempo si apre con l’infortunio di Gabbiadini, che deve arrendersi al dolore. Come si dice, però, non tutti i mali vengono per nuocere. Entra Pasquato, che è lesto a mangiare l’ennesima frittata di Goicoechea, che intercetta goffamente un cross di Diamanti e spiana la strada del 3-2 al numero 77 (primo gol in A per lui). La Roma prova a mettere la testa fuori, ma la gran pressione di Perez su Totti toglie ossigeno ai giallorossi. Allora il capitano inventa su punizione, pennellando per l’incornata di Tachtsidis (anche per lui primo gol in A). Le squadre non si rilassano nemmeno sul 3-3: prima Agliardi sventa una grande occasione di Osvaldo, poi Diamanti quasi abbatte la porta romanista colpendo in due occasioni prima il palo e poi l’incrocio. E’ il segnale finale di un pareggio. Finisce 3-3; finì 2-3 l’andata. Ce ne fossero di più di partite così.

Bologna-Roma 3-3 (2-2)

Bologna (4-2-3-1): Agliardi; Motta, Sorensen, Antonsson, Morleo; Perez, Taider (63′ Khrin); Diamanti, Kone (86′ Abero), Gabbiadini (49′ Pasquato); Gilardino.
A disp.: Curci, Stojanovic, Carvalho, Guarente, Pulzetti, Riverola, Gimenez, Paponi. All.: Pioli.
Roma (4-3-3): Goicoechea; Piris (74′ Torosidis), Castan, Burdisso, Balzaretti (58′ Dodò); Bradley, Tachtsidis, Florenzi (58′ Marquinho); Pjanic, Osvaldo, Totti.
A disp.: Lobont, Stekelenburg, Marquinhos, Romagnoli, Taddei, Lucca. All.: Zeman.
Arbitro: Giannoccaro.
Marcatori: 9′ Florenzi (R), 17′ Gilardino (B), 18′ Osvaldo (R), 26′ Gabbiadini (B), 54′ Pasquato (B), 74′ Tachtsidis (R)
Ammoniti: Motta (B), Piris (R), Kone, Perez, Morleo, Sorensen (B), Tachtsidis (R)

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it