Australian Open: Djokovic cala il poker ed entra nella storia. Murray sconfitto in 4 set

Ancora Re Nole Djokovic sotto il cielo di Melbourne. E’ questo l’epilogo degli Australian Open. In finale, il tennista serbo batte lo scozzese Andy Murray in quattro set 6-7, 7-6, 6-3, 6-2 calando il poker di vittorie nel nuovo continente. Dopo i trionfi del 2008, 2011 e 2012, arriva anche quest’anno l’acuto di Djokovic che eguaglia in un solo colpo Federer e Agassi nell’albo d’oro della competizione. Mentre sono soltanto due, in passato, i tennisti riusciti a vincere per tre volte di fila il torneo (Jack Crawford e Roy Emerson).

Il numero 1 al mondo diventa, tra le altre cose, il primo giocatore a conquistare per tre volte di fila il primo Slam della stagione nell’era Open. Insomma, tanta roba Djokovic che trionfa dopo un match durato ben 3 ore e 40′ contro un avversario, Murray, che si era portato in vantaggio nel primo set. Lo scozzese non è poi riuscito a tenere dal punto di vista atletico, usurato dallo strapotere del serbo che alla lunga ribalta il punteggio piazzando il break decisivo nel terzo set.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it