Nigeria, botta e risposta tra Keshi e Odemwingie

Dopo che Stephen Keshi, allenatore della Nigeria, ha stilato l’elenco dei 32 pre-convocati per la Coppa d’AfricaPeter Odemwingie, vistosi nuovamente escluso, ha reagito piuttosto male:

Ogni allenatore ha le sue idee e le sue tattiche. Se non ne faccio parte, vorrei almeno mi fosse comunicato direttamente. Da 10 anni gioco per la Nazionale e ho sempre dato tutto, per il Paese e per i tifosi. Certo, se ci sono cose che non mi piacciono ho sempre parlato apertamente e forse questo è il problema.

Il bomber del West Bromwich Albion non gioca con la Nazionale da febbraio ed è convinto sia stato preso di mira da Keshi e dalla Federazione per una serie di commenti critici rivolti allo stato del calcio nigeriano attuale. Ma l’allenatore delle Super Eagles è di diverso avviso:

Non c’è assolutamente nulla di personale. Odemwingie è un grande giocatore ed è un professionista, deve accettare questa scelta. La Nigeria, grazie a Dio, è piena di ottimi giocatori al momento e non possiamo convocarli tutti. Non c’è nulla di personale, si cerca solo di fare il lavoro al meglio nell’interesse della squadra.

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.