Cavani è una macchina, il Napoli no: “E’ il momento più difficile…”

Quattro sconfitte consecutive tra Europa League, Coppa Italia e Campionato. Il momento del Napoli, però, è ancora peggiore di quanto dicano le statistiche, visto che nel frattempo sono arrivati anche due punti di penalizzazione e le squalifiche a Cannavaro e Grava, colpevoli di omessa denuncia.

Senza escludere che il Bologna, a distanza di pochi giorni, è riuscito nel colpaccio di battere, al San Paolo, la formazione di Mazzarri per ben due volte: sempre in rimonta, sempre negli ultimi minuti. Edinson Cavani continua a segnare come una macchina perfettamente assemblata (21 gol in 21 partite stagionali), ma i meccanismi di questo Napoli sembrano essersi inceppati all’improvviso: “Sarà fondamentale guardarci in faccia – ha dichiarato a ‘La Gazzetta dello Sport’ – Dobbiamo dimostrare che siamo uomini veri e così ripartire forte già a Siena“.

Nessun dramma, però, perchè ci sono tutti i margini per poter ritornare in corsa, almeno per quanto riguarda il secondo posto e, quindi, la qualificazione diretta alla prossima Champions League: “È il momento più difficile da quando sono qui. Usciamo a testa bassa, ma ora il gruppo deve reagire. Sono momenti che capitano, bisogna restare uniti. Vogliamo regalarci un Natale sereno e restituire il sorriso ai nostri tifosi ed ai compagni squalificati Grava e Cannavaro“.

Condividi
Nato a Genova nel maggio 1992; è un appassionato di calcio, basket NBA e pallavolo (sport che ha praticato per molti anni). Frequenta la facoltà di Scienze Politiche, indirizzo amministrativo e gestionale. Email: alelli@mondosportivo.it