Le pagelle di Lazio-Inter, Klose sornione, Hernanes inguardabile

Colpaccio della Lazio, che batte l’Inter 1-0 e si porta a una sola lunghezza dai nerazzurri. Decide Miro Klose. I biancazzurri devono ringraziare i legni e Marchetti. Impressionante Guarin nell’Inter.

LAZIO

Marchetti 7: Spettatore per gran parte del match. Tiene in piedi la baracca con un doppio intervento su Cassano e Nagatomo. Non come contro la Juve, ma sempre decisivo.

Konko 5.5: Primo tempo ottimo, poi con Nagatomo va fuori giri, soffrendo un calo fisico impressionante.

Biava 6: Duelli rusticani e tanta, tantissima quantità

Ciani 7: Davanti al The Wall originale, dimostra di essere un bel muro anche lui. Impeccabile.

Radu 6.5: Sicurezza disarmante, tempismo svizzero. Rientro fondamentale per lo scacchiere di Petkovic.

Ledesma 6.5: Cala un pò nella ripresa, ma il suo contributo è fondamentale.

Mauri 6: Partita no. Si salva da una certa insufficienza con il delizioso assist per Klose.

Hernanes 5: Non pervenuto. Con l’Inter alla prima stagione fece una delle sue migliori partite in carriera. Forse soffre ancora questo ricordo. (Dias sv)

Gonzalez 6.5: Impressionante. Uomo ovunque. Klose sciupa un suo assist al bacio. Per fortuna della Lazio si rifà poco dopo.

Lulic 5: Petkovic lo butta nella mischia a sorpresa, ma lui conferma che questa non è la sua stagione. (Candreva 6: Entra per dare la svolta offensiva, e la Lazio passa, anche se non per meriti suoi).

Klose 7: Come funziona? Una palla un gol? Non proprio così oggi. Qualche errore di troppo, ma alla fine della fiera per la Lazio son tre punti di granito. (Floccari sv).

All. Petkovic 6.5: Nella sfida a scacchi con Stramaccioni esce vincitore, anche se a fare la differenza è stata la sfida nella sfida Klose-Milito.

INTER

Handanovic 5.5: Poche volte chiamato in causa. Forse poteva fare qualcosina in più sul gol.

Nagatomo 6: Malissimo da terzino destro, mentre scardina la fascia sinistra nella ripresa. La media fa un’ampia sufficienza. Spara su Marchetti un pallone invitante.

Ranocchia 6: Un po’ scoordinato e disattento in partenza, poi trova la giusta posizione.

Samuel 6: Prova concreta e cattiva. Mezzo voto in meno per la piccola disattenzione sul gol, quando Klose gli sfila dietro.

Pereira 5: Difficile da inquadrare. Partita evanescente, con la grave colpa della diagonale tardata sul gol di Klose. (Coutinho sv).

Zanetti 6.5: Centrocampista, terzino, anche portaborracce. In ogni caso fa sentire la sua presenza.

Gargano 5.5: Qualche idea interessante, ma non assecondata da un’adeguata tecnica.

Cambiasso 5.5: Dà l’impressione di non essere il solito Cuchu. Spesso superficiale. Esce per un infortunio. (Palacio 6: Nei pochi minuti che gioca, sottolinea la sua duttilità tattica, e forse lascia qualche rimpianto sul suo non impiego dall’inizio).

Guarin 7: Per netto distacco il migliore in campo dei suoi. Un motorino inesauribile, e carattere da vendere. Ogni suo tiro è un pericolo, e solo il palo lo ferma.

Cassano 5.5: Non incisivo come ci si aspetta. Nella seconda metà di gioco, dopo l’ingresso di Palacio, torna a far vedere il suo bel calcio.

Milito 5: Tanta buona volontà, ma incide come un grissino nel ferro.

All. Stramaccioni 5.5: L’ennesimo cambio di modulo non produce gli effetti desiderati. Certo, si può recriminare sui pali e quant’altro, ma le scelte iniziali sono state molto discutibili.

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it