Stendardo: “La società non mi ha dato nessuna multa, ma Colantuono…”

La vicenda Stendardo-Atalanta non è ancora finita. A ritornare sull’accaduto è proprio il giocatore che ai microfoni di Canale 5 spiega: “L’esame? Ho riferito alla società un po’ di tempo fa del mio esame che dovevo sostenere a Dicembre. Avevo avuto anche il permesso per farlo, e martedì dovevo giocare contro la Roma, ma ho saltato quella gara per questo motivo”.

Sulle ripercussioni che ha avuto in seguito a tale scelta, dichiara: “La società non mi ha dato nessuna multa. Sono orgoglioso di fare parte dell’Atalanta presieduta dal presidente Percassi, che mi è stato vicino per tutto questo tempo. Io comprendo dal punto di vista tecnico il mister, ma da quello personale non capisco le sue dichiarazioni. Voglio ringraziare anche Petrucci che ha rimarcato il fatto che nella vita ci sono cose più importanti del calcio”.

Condividi
Nella vita è un carpentiere meccanico, ma si diletta nell'essere un giornalista. In più fa il marito. Nel tempo libero gioca a Football Manager, e quando riesce dorme. Email: dbertuletti@mondosportivo.it