Conte festeggia il ritorno allo Juventus Stadium: Cagliari battuto 1-0

Conte torna allo Juventus Stadium con una vittoria ai danni del Cagliari negli ottavi di finale della Coppa Italia. Primo tempo spento, con Bendtner protagonista ma poco concreto. Il danese, insieme a Vidal, sarà costretto ad alzare bandiera bianca per infortunio, ma nel secondo tempo ci pensa Giovinco a regalare alla Juventus la qualificazione ai quarti di finale della Coppa Italia.

VIDAL E BENDTNER KO – Conte è costretto a rinunciare a Giaccherini, inizialmente destinato nell’undici titolare, per un infortunio muscolare accusato nel riscaldamento: al suo posto Vidal, mentre in attacco buona chance per Bendtner, titolare al fianco di Giovinco. Pulga lascia molti titolari in Sardegna e si affida a Pinilla, supportato da Ibarbo, Thiago Ribeiro e Ceppelini. La partita inizia con un ritmo elevatissimo e subito una doppia occasione per la Juve. Prima Marrone serve perfettamente Giovinco sul filo del fuorigioco, poi Bendtner si costruisce da solo l’opportunità di calciare col destro: nulla di fatto in entrambi i casi. Le squadre si affrontano a viso aperto, gli ospiti ci provano da distante ma è ancora Bendtner, grazie a un bel passaggio di Giovinco, ad avere la chance più ghiotta: l’esterno destro del danese, però, viene deviato da Avramov. Ancora Juve, ancora Bendtner: stessi interpreti, ma la sostanza non cambia, con il danese che, di testa, colpisce male il pallone suggeritogli da De Ceglie. La Juve perde Vidal e Bendtner per infortunio, mentre i sardi si difendono con aggressività, complice anche la lenta manovra bianconera, provando ad attaccare soltanto in contropiede, ma dopo 45 minuti il punteggio resta fermo sullo 0-0.

GIOVINCO-GOL, JUVE AI QUARTI – Pulga inserisce Dessena per Ekdal, ex di giornata, sperando di dare maggior sostanza al suo centrocampo; la fase offensiva migliora, con Thiago Ribeiro protagonista di due azioni personali, ma entrambe le conclusioni terminano sul fondo. Al 12′ della ripresa l’episodio che cambia la partita: Rossettini si addormenta e, invece, di spazzare, regala il pallone a Giovinco, che da pochi passi insacca il pallone alle spalle di Avramov. Le reazione del Cagliari non si fa attendere, il gol ha svegliato gli ospiti che provano subito a pareggiare con Dessena, ma Buffon è attento sulla conclusione del mediano italiano. Pulga vuole che i suoi continuino a difendere senza andare all’arrembaggio, e i pericoli per la porta di Buffon arrivano soltanto con conclusioni improbabili dalla distanza: Thiago Ribeiro, inoltre, dimostra di non essere nella miglior forma, sbagliando tutto ciò che è possibile sbagliare. La vera occasione per il pareggio rossoblù, però, arriva grazie a un errore di De Ceglie, che regala il pallone agli avversari e permette a Ceppelini di crossare un pallone teso su cui si fionda, senza successo, Pinilla. Nel finale Matri avrebbe l’occasione di sbloccarsi e arrotondare il risultato, ma il suo colpo di testa non è preciso: finisce 1-0.

JUVENTUS-CAGLIARI 1-0 (0-0)

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Marrone, Bonucci; Isla, Padoin, Pogba, Vidal (16′ Asamoah), De Ceglie; Bendtner (44′ Matri), Giovinco. A disp.: Rubinho, Branescu, Lichtsteiner, Caceres, Chiellini, Pirlo, Marchisio, Vucinic. All.: Antonio Conte.
Cagliari (4-2-3-1): Avramov; Perico, Rossettini, Del Fabro; Murru; Eriksson, Ekdal (45′ Dessena); Ibarbo, Ceppelini (77′ Piredda), Thiago Ribeiro; Pinilla. A disp.: Agazzi, Camilleri, Russu, Casarini, Chelo. All.: Ivo Pulga.
Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata
Marcatori: 57′ Giovinco (J).
Note – Ammoniti: Eriksson, Pinilla, Thiago Ribeiro (C)

Condividi
Nato a Genova nel maggio 1992; è un appassionato di calcio, basket NBA e pallavolo (sport che ha praticato per molti anni). Frequenta la facoltà di Scienze Politiche, indirizzo amministrativo e gestionale. Email: alelli@mondosportivo.it