Messi: infortunio a un passo dal record. Ma è solo una botta

Dopo essere andato a un passo dal siglare il gol numero 85 del 2012, Leo Messi è stato costretto a uscire dal campo per infortunio, all’87’ del match con il Benfica. L’asso del Barcellona, calciando, è rimasto piantato con il piede nel terreno di gioco, e il ginocchio si è girato in maniera innaturale. Dolore, ovviamente, e sostituzione: Messi è stato trasportato in barella fuori dal campo, quasi in lacrime. Svanisce, dunque, almeno per il momento – bisognerà valutare l’intensità del suo infortunio – la possibilità di agguantare in vetta Gerd Muller (autore di 85 gol in un anno tra squadra di club e nazionale).

Per guardare il video dell’infortunio, clicca qui

In tarda serata, giunge un comunicato del Barcellona per far luce sulle condizioni dell’argentino, e sembra trapelare un certo ottimismo. “Le analisi realizzate in serata – si legge sul sito ufficiale del Barça – hanno confermato che il giocatore Leo Messi soffre di una contusione ossea sulla parte esterna del ginocchio sinistro. L’evoluzione clinica indicherà la sua disponibilità per la prossima partita, contro il Betis, così come riferito dai servizi medici. L’attaccante argentino è stato prelevato dal terreno di gioco in barella, al minuto 84 dell’incontro, dopo uno scontro con il portiere rivale Artur”.

Condividi
Appassionato di sport – calcio, NFL e tennis su tutti. Direttore di MondoPallone.it, giornalista e telecronista di Sportitalia. Ottimista e molto (troppo) frenetico. Email: amilone@mondosportivo.it