Bigon: “Per gennaio solo acquisti mirati. Scudetto? Se ad aprile…”

Il direttore sportivo del Napoli Ricardo Bigon ha parlato a Radio Anch’Io Lo Sport del futuro del Napoli sul mercato spiegando che non bisognerà aspettarsi grandi sconvolgimenti visto che la rosa è già competitiva per i massimi livelli in Italia: “Il presidente De Laurentiis punta sempre su continuità e lavoro sul lungo periodo per questo a gennaio cercheremo solo di sfruttare qualche occasione che si presenterà. Faremo poco, ma saranno operazioni utili al progetto e sempre nel rispetto del fair play finanziario. Siamo una grande piazza, con grandi ambizioni e sappiamo che qui è più difficile portare dei giovani alla ribalta, ma questo deve restare sempre il nostro obiettivo primario. – Continua Bigon parlando poi della rosa e del tecnico – Ieri in panchina avevamo Campagnaro, Fernandez, Maggio e Dossena e in avanti, col rientro di Pandev, crediamo di essere competitivi. Mazzarri? Non mi pare abbia l’intenzione di andar via. Lavora seriamente e duramente ogni giorno e ha un ottimo rapporto con dirigenza e con il gruppo. Non pensiamo a un possibile sostituto”.

Bigon parla poi del campionato e della corsa scudetto: “Il campionato è equilibrato come succeda da qualche anno a questa parte, con l’eccezione della scorsa stagione, grazie alla nuova distribuzione dei diritti tv che ha livellato un po’ le differenze fra le varie squadre. Quanto a noi sappiamo quanto valiamo e cosa possiamo fare. Puntiamo al massimo risultato in base alle nostre possibilità e siamo convinti di poter competere per il vertice. Siamo un gruppo di sette/otto squadre che hanno grandi carte da giocare e che hanno chance di vincere il titolo. Sarà importante arrivare a marzo-aprile in questa posizione e poi si vedrà”.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.