Udinese, riecco i tre punti. Cagliari ko al Friuli

Dal buio alla luce, dal punto più brutto a una convincente vittoria. Guidolin aveva chiesto corsa e temperamento per fronteggiare l’emergenza. La risposta dei suoi c’è stata. E che risposta! Netto 4-1 giunto per di più senza la firma di Di Natale.

RITMO IN AVVIO – L’ Udinese per riassaporare quella vittoria che manca ormai da più di un mese. Il Cagliari per vendicare i punti ingiustamente persi contro Inter e Napoli. Continua l’emergenza per Guidolin, che rispetto a Roma cambia mezza squadra, inserendo Heurtaux, Angella, Faraoni, Pasquale e Fabbrini, preferito a Maicosuel per supportare Di Natale. Il duo Pulga-Lopez perde per febbre il portiere Agazzi, e non rischia Cossu, con Nainggolan a ridosso di Sau e Nenè. L’inizio delle due compagini è timoroso e contratto, condizionato dalle recenti e scottanti sconfitte rimediate da entrambe. Il Cagliari è più spigliato, ma la prima vera occasione del match è per i bianconeri, con il solito Di Natale, che raccoglie il lancio di Faraoni, ubriaca con due finte Ariaudo e ci prova di sinitro, trovando la pronta parata di Avramov. Tra gli ospiti, il più ispirato è Nenè: il centravanti brasiliano, forse troppo isolato, ci prova con una serpentina in area; sul suo tiro cross Brkic non è perfetto, ma nessun cagliaritano aveva creduto nell’azione del numero 18.

IL FRIULI ESULTA – La partita si scalda e Di Natale crea dal nulla un’altra buona occasione, ma ancora una volta il suo sinistro è debole e non impensierisce Avramov. L’Udinese prende confidenza e cresce con il passare del tempo: bella la combinazione tra Badu e Fabbrini, ma il giovane ex Empoli si attarda e il suo tiro viene chiuso in angolo. Il gol è nell’aria, e arriva puntuale al minuto 33: su un’azione insistita dei padroni di casa, Conti prende un abbaglio e serve Pereyra. El Tucumano con un destro perfetto mette la palla sotto l’incrocio dei pali, siglando il secondo gol in campionato dopo quello di due settimane fa contro il Parma. Il Cagliari barcolla, ma viene tenuto miracolosamente in piedi dal suo portiere di riserva, bravo a disinnescare un colpo di testa a botta sicura di Di Natale su bel cross di Faraoni. I ragazzi di Guidolin azzannano la gara come chiesto dal tecnico e trovano il raddoppio sul corner successivo: la difesa rossoblù pasticcia e sulla conclusione sporcata di Faraoni interviene arma letale Angella a ribadire in rete, e a confermarsi pericolosissimo nell’area avversaria. 3° gol stagionale per lui e inaspettato titolo provvisorio di vice-capocannoniere dell’Udinese.

UDINE DILAGA – La ripresa non sveglia gli ospiti, che continuano a concedere enorme spazio ai friulani. Capita così che arriva il 3-0 già al 48′. Di Natale lavora una gran palla sulla destra e pesca con un tocco d’esterno Danilo sul secondo palo, il centrale brasiliano insacca complice la chiusura in ritardo di Dessena e un Avramov non impeccabile. Primo gol per il difensore, e grande sospiro di sollievo per Guidolin. I bianconeri continuano sul velluto, infierendo sulle macerie della difesa cagliaritana. Al 66′ si presentano in 3 da soli di fronte ad Avramov; Fabbrini è altruista e concede a Pasquale l’onore di insaccare il 4-0 e il secondo gol in stagione dopo quello siglato a Liverpool. Per completare la festa friulana manca solo il gol del capitano, che ci prova ancora di sinistro in girata, ma l’estremo difensore del Cagliari respinge sui piedi di Badu che spara sull’esterno della rete. A dieci minuti dalla fine, gli ospiti trovano il gol della bandiera, con Dessena di testa su bel cross dalla trequarti del neoentrato Cossu. Seconda rete stagionale per il numero 21 rossoblù, che interrompe un’astinenza dal gol dei sardi contro l’Udinese lunga quasi 430 minuti. Di Natale proprio non riesce a partecipare alla festa, sciupando di testa un ottimo cross di Pasquale. Al fischio finale è 4-1. Dopo 7 partite, torna a trionfare l’Udinese, rinverdendo l’ormai lontana rimonta contro la Roma del 28 Ottobre. Seconda sconfitta consecutiva per Conti e compagni e quarta gara senza vittoria.

UDINESE-CAGLIARI 4-1
Marcatori: 33′ Pereyra, 38′ Angella, 3′ st Danilo, 23′ st Pasquale (U), 34’st Dessena (C)
Udinese (3-5-1-1): Brkic; Angella, Danilo, Heurtaux; Faraoni (39′ Maicosuel), Pereyra, Allan, Badu, Pasquale; Fabbrini (33′ st Willians); Di Natale (45′ st Zielinski). (Padelli, Pawlowski, Coda, Gabriel Silva, Armero, Renegie, Barreto). All.: Guidolin
Cagliari (4-3-1-2): Avramov; Pisano, Astori, Ariaudo, Avelar; Dessena, Ekdal (17′ st Cossu), Conti; Nainggolan (40′ st Casarini); Nenè, Sau (23′ st Thiago Ribeiro). (Carboni, Rossettini, Murru, Ibarbo). All.: Pulga
Arbitro: sig. Tommasi di Bassano del Grappa.
NOTE – Ammoniti: Nenè, Ekdal, Dessena, Nainggolan (C), Angella (U). Espulsi: nessuno.

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it