Nba, i risultati del 2 dicembre: Wade è super, Miami batte Brooklyn. Gli Spurs regolano Memphis. Sul velluto Clippers e Rockets

Nella notte Nba del 2 dicembre tornano in campo i campioni in carica di Miami che all’American Airlines Arena ospitano la matricola Brooklyn Nets, reduce da ben cinque vittorie consecutive. Ma che problema c’è se in squadra hai uno come Lebron James (21 punti, 9 rimbalzi e 6 rimbalzi) ma soprattutto Dwayne Wade che ne mette 34 in 34′ di gioco, 1 punto a minuto e gli Heat si aggiudicano il match 102-89 spazzando via una delle migliori difese della lega. Miami sempre al comando della Eastern Conference (12-3).

San Antonio Spurs, che ieri hanno dovuto pagare una multa salatissima di 250.000 $ per il turnover effettuato dal coach Greg Popovich che ha lasciato a casa ben 4 titolari, si aggiudica il big match della notte contro i Memphis Grizzlies. 99-95 dopo i tempi supplementari per gli Spurs che sono costretti ad effettuare una grande rimonta nel quarto periodo prima di aggiudicarsi l’extra time con un parziale di 12-8. Sopra le righe sempre loro, i sempre verdi bianconeri, Tim Duncan e Tony Parker, ben 57 punti in due.

Devastanti nella notte anche le prestazioni dei Los Angeles Clippers che travolgono i Kings 116-81. Un gran lavoro di squadra per il quintetto di Tony Del Negro che manda a referto tutti gli uomini del team in doppia cifra fatta eccezione per Billups e Barnes. Stesso discorso per Oklahoma che passeggia in casa degli Hornets 100-79; 20ello di Kevin Durant e doppia doppia per Russel Westbrook (18 e 10 assist) mentre torna a mettere punti importanti anche Tabo Sefolosha (18 pt.). Sulla stessa lunghezza d’onda anche gli Houston Rockets che si sbarazzano 124-116 degli Utah Jazz; una bellissima sfida con tanti uomini in doppia cifra ma la classe del “Barba” James Harden (18 pt. e 7 assist) seguito dai 19 pt di Paersons, dai 20 di Patterson, dai 19 di Jeremy Lin e dai 14 con 10 rimbalzi di Omer Asik.

Nelle altre sfide Chicago batte Philadelphia 93-88 ancora con una straordinaria organizzazione difensiva ma la sensazione che fin quando non tornerà a pieno regime Derrick Rose per i Bulls ci sarà parecchio da soffrire. Crolla, invece, Boston ancora senza Rajon Rondo squalificato, sul campo dei Milwaukee Bucks 91-88 mentre Dallas e Golden State si aggiudicano i propri match interni rispettivamente contro Detroit e Indiana.

E infine chiudiamo con la partita più bella della notte quella tra Cleveland Cavalier e Portland Trailblazers. Sfida che si è risolta nel secondo tempo supplementare 118-117 in favore dei Blazers trascinati dalla doppia doppia di Damian Lillard (24 e 10 assist) i 21 di Lamarcus Aldridge e i 22 di Nicolas Batum, match winner a 0.4 dalla sirena del secondo extratime con una tripla tanto fantastica, quanto impossibile per il definitivo sorpasso. In casa Cavs non bastano i 19 punti di Anderson Varejao e i 22 di “G Unit” Alonzo Gee.

Alle 18 (ora italiana) in campo i New York Knicks contro i Phoenix Suns.

NBA – I risultati del 2 dicembre

Cleveland Cavaliers-Portland Trailblazers 117-118 dts
Miami Heat-Brooklyn Nets 102-89
Chicago Bulls-Philadelphia 76ers 93-88
Houston Rockets-Utah Jazz 124-116
New Orleans Hornets-Oklahoma City Thunder 79-100
Milwaukee Bucks-Boston Celtics 91-88
San Antonio Spurs-Memphis Grizzlies 99-95 dts
Dallas Mavericks-Detroit Pistons 92-77
Golden State Warriors-Indiana Pacers 103-92
Los Angeles Clippers-Sacramento Kings 116-81
New York Knicks-Phoenix Suns

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it