Tutto facile per il Bologna: Livorno battuto, emiliani agli ottavi

 Le due squadre scelgono di affidarsi prevalentemente alle seconde linee, lasciando a riposo i titolari. Difesa a tre con Morleo sul centrosinistra per il Bologna, che schiera Pasquato e Kone a sostegno del primavera Veratti. Il Livorno opta per la coppia Piccolo-Dell’Agnello in attacco. Tra i pali, Mazzoni  viene preferito a Fiorillo.

SBLOCCA PASQUATO: I primi minuti sono di marca livornese, con la squadra labronica che trova spazi invitanti sulle fasce con Meola e Gemiti. La prima occasione però è di marca rossoblu, con Pasquato che dalla distanza impegna severamente Mazzoni. Il Bologna sembra crescere alla distanza, mentre il Livorno perde quota limitandosi a due conclusioni da fuori di Emerson (su punizione) e Meola che non centrano lo specchio. Il Bologna invece, passa al primo reale affondo del match: Pazienza lancia Pasquato sulla sinistra. L’ex Juve si accentra e scocca un destro non irresistibile sul quale, però, la decisiva deviazione di Emerson beffa Mazzoni. Gli emiliani acquisiscono fiducia ed è ancora Pasquato a calciare a lato da buona posizione. L’occasione piu ghiotta dei livornesi arriva un minuto dopo, quando Lombardi manca clamorosamente il controllo su un retropassaggio, ma rimedia in extremis. Il Bologna chiude la prima frazione all’attacco ma sia il giovane Veratti che Pasquato mancano il colpo decisivo. Alla fine del primo tempo, Bologna meritatamente in vantaggio.

IL BOLOGNA CONTROLLA: La ripresa si apre con Fiorillo che subentra a Mazzoni nel Livorno a causa di un fastidio muscolare. Appare subito chiara l’intenzione del Bologna di voler gestire il match, tentando qualche sortita in contropiede. Ci pensa il solito Pasquato ad aprire le ostilità con un tiro dalla distanza che non centra lo specchio. Risponde il Livorno con Salviato che, tutto solo in area, spedisce alto sugli sviluppi di un corner. Il match cala di intensità: il Livorno sembra non crederci, mentre il Bologna ci prova con innocui tiri da fuori che non impensieriscono Fiorillo. Ci prova Kone a mettere al sicuro il risultato, ma spara alto da buona posizione. Nicola inserisce Siligardi nel tentativo di far saltare il banco. E proprio il fantasista scuola Inter crea l’occasione più pericolosa per gli ospiti con una punizione che finisce fuori di pochissimo a Lombardi battuto.

Finisce quindi 1-0 per il Bologna. I rossoblu accedono meritatamente al prossimo turno, dove affronteranno il Napoli. Il Livorno paga l’eccesiva prudenza e la poca propositività mostrate nell’aggredire una difesa sperimentale come quella messa in campo da Pioli.

BOLOGNA-LIVORNO 1-0 (1-0)

BOLOGNA ( 3-4-2-1 ) Lombardi; Radaković, Krhin, Morleo; Motta ( 46′ Pulzetti ), Pazienza, Riverola, Abero; Kone, Pasquato; Veratti ( 75′ Capello ). A disp.: Benatti, Stojanović, Cherubin, Maini, Rodriguez. All.: Pioli.
LIVORNO ( 3-5-2 ) Mazzoni ( 46′ Fiorillo ); Salviato, Emerson, Bernardini; Gentsoglou, Prutsch ( 54′ Bigazzi), Meola, Molinelli, Gemiti; Piccolo ( 66′ Siligardi) , Dell’Agnello. A disp.: Gioè, Remedi, Luci, Schiattarella, Belingheri, Colombi. All.: Nicola.
Marcatore: 35′ Pasquato
Arbitro: Mariani di Aprilia
Note: Ammoniti: Radaković (B), Bernardini (L).

 

Condividi
Nato a Sora (FR) il 20 gennaio 1990, ma residente a Roma per motivi di studio. Appassionato di calcio italiano e internazionale, con un debole per le curiosità statistiche e i campionati scandinavi.